Ruba l'auto sotto gli occhi dei proprietari, arrestato oltre confine

E' successo alle prime luci del mattino di oggi a Prosecco. I proprietari dell'auto si sono affacciati sul terrazzo di casa e hanno visto la loro auto allontanarsi a tutta velocità in retromarcia.

Singolare risveglio alle prime luci del mattino di oggi per una famiglia di Prosecco (TS). Marito e moglie, infatti, non hanno neppure fatto in tempo ad affacciarsi sul terrazzo di casa che la loro auto era sparita potendo solo vedere che si allontanava lungo il vialetto nel giardino di casa, a tutta velocità in retromarcia.

La coppia prende il cellulare e attiva il Pronto intervento chiamando il 112. Scattano le ricerche dell’auto in fuga diramando la nota di ricerca a tutte le auto disponibili. Una pattuglia del radiomobile dei Carabinieri di Aurisina va a presidiare il confine di Fernetti in uscita dal territorio italiano. L’intuito dei militari si rivela risolutivo poiché, dopo pochi minuti dal furto, spunta la sagoma dell’auto, l’equipaggio gli intima l’alt ma il malvivente si sente braccato e prosegue la sua corsa a forte velocità verso la Slovenia. In questi casi, viene attivato il piano di cooperazione internazionale con la Slovenia, attraverso il Centro di Cooperazione di Thorl Marglen, per l’inseguimento all’estero, cd “transfrontaliero”.

La pattuglia riesce a raggiungere l’auto rubata costringendo il conducente ad entrare in un parcheggio di Sezana (SLO) dove, con l’ausilio di alcune pattuglie della polizia slovena bloccano l’uomo. L’autore del furto, un cittadino bosniaco di 48 anni, senza fissa dimora in Italia, pregiudicato per reati contro il patrimonio è stato accompagnato presso gli uffici della polizia estera in attesa delle determinazione di quella Autorità Giudiziaria come previsto dagli accordi sulla cooperazione transfrontaliera tra l’Italia e la Slovenia. L’auto nel corso della giornata è stata restituita ai legittimi proprietari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Dito medio e "dentro no son proprio andà", pluripregiudicato di Muggia ai domicilari

  • Roma boccia l'abbattimento della Tripcovich, Dipiazza su tutte le furie: "Oggi me ne andrei dall'Italia"

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

Torna su
TriestePrima è in caricamento