Furti di salvadanai a Monfalcone

Sparito il salvadanaio delle offerte dal bar Crema e Cioccolato di Monfalcone. Diverse altre segnalazioni nell'ultimo periodo

«Ringraziamo la coppia che ci ha appena rubato il salvadanaio dei gelati contenente soldi offerti dai nostri clienti e destinati a uso benefico. I soldi rubati li rimetteremo noi stessi facendone un altro. Vogliamo solo dire che siete vergognosi». Questo il post apparso ieri sera sulla pagina Facebook del bar gelateria Crema e Cioccolato di Monfalcone.
I titolari affermano poi di avere già qualche sospetto su chi sia il colpevole e annunciano di segnalare il fatto alla polizia.
Purtroppo quello dell'attività in questione non è l'unico caso del genere: nell'ultimo periodo sono state segnalate diverse sparizioni di salvadanai sempre contenenti offerte per associazioni di volontariato o in alcuni casi mance per il personale.

Di poco prima infatti il post sulla pagina dell'associazione Gati de Monfalcon dove i volontari segnalano l'accaduto.
«A quell'essere ignobile che ruba i salvadanai dell'associazione "Gati de Monfalcon", - scrive un volontario - vorrei far presente che quei soldi che alcuni clienti monfalconesi e non ci donano vengono utilizzati per pagare le spese sostenute per l'acquisto di cibo e, soprattutto in questo periodo, per poter curare i numerosi gatti che si trovano in difficoltà».
«Gatti che ci vengono segnalati da cittadini responsabili e sensibili, che noi recuperiamo e li portiamo in salvo. Mai come in questo periodo, le segnalazioni sono all'ordine del giorno e le foto non hanno bisogno di ulteriori parole».

«A questo signore vorrei anche dire che le cure veterinarie son pesantissime per il nostro bilancio e spessissimo siamo costrette a metter mano ai nostri portafogli nonostante la generosità di alcuni cittadini che oltre a segnalare il caso ci supportano parzialmente con le spese».
«Riconoscendo il grande lavoro di questa amministrazione per tutelare i randagi con la stipula di una convenzione che prevede la copertura parziale delle spese per il cibo e spese veterinarie, - conclude -chiedo al nostro sindaco, sindaco di una città amica degli animali, se per tutto quanto esposto può far qualcosa di ulteriore e subito per la nostra associazione».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riccardo Scamarcio in piazza Unità: battibecco con Telequattro e poi le scuse

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

  • Atti osceni in luogo pubblico in corso Saba: nei guai 58enne

Torna su
TriestePrima è in caricamento