Sanità, Riccardi: "Dimezzato deficit in proiezione costi strutturali Ssr"

Rispondendo agli esponenti del PD: "I conti migliorano e lo riferirò in commissione. Sarà una buona occasione per ragionare anche su come sono stati spesi i soldi, sugli 80 milioni di buco nel bilancio di previsione 2018 e l'ereditata situazione di Cattinara"

"Dimezziamo di oltre la metà la proiezione dei costi strutturali del Sistema sanitario regionale rispetto all'esercizio precedente. Invertiamo la tendenza dell'ultimo quadriennio in un solo anno, un buon risultato sul quale però dobbiamo proseguire". Dichiara il vicepresidente e assessore alla Salute Riccardo Riccardi commentando il primo dato semestrale del bilancio del Sistema sanitario regionale (Ssr), per poi precisare che "la proiezione delle perdite del Ssr FVG per il 2019 si attesta a 29,5 milioni di euro".

"Il fabbisogno calcolato nella legge di Stabilità - continua Riccardi - non tiene conto della riduzione dell'1% del personale imposto dalle norme che, se previsto, registrerebbe il deficit a 20 milioni. Nello specifico, la stima 2019 abbatte l'aumento all'1,2 per cento, un dato che è il più basso dal 2014. La linea tendenziale degli ultimi anni incideva maggiormente infatti sull'aumento della spesa".

Dati in prospettiva

"Leggendo i dati in prospettiva, nel 2018 si era registrato un aumento dei costi del 2,7 per cento. Negli anni precedenti, prendendo a riferimento la sequenza dal 2014 al 2018, la media dell'aumento si è attestata ad un + 2,2 per cento. Significa che - spiega Riccardi - in un solo anno siamo riusciti ad incidere con un 1 per cento sul contenimento dei costi che arriva all'1,5 per cento se si prende il 2018 come riferimento".

"L'analisi delle voci - precisa ancora il vicegovernatore - riporta delle ricorrenze: sui 29,5 milioni pesano per 12 milioni di euro i costi dei farmaci (in particolare oncologici, emofiliaci e fibrosi cistica), per 8 milioni di euro i dispositivi medici (nuove tecnologie per diabete, protesi vascolari con maggiore attività chirurgica), per 5 milioni per nuovi fabbisogni di posti letto nelle case di riposo ed è di 4 milioni l'effetto trascinamento del nuovo contratto di lavoro del comparto".

La risposta agli esponenti del PD

Rivolgendosi in particolare ai Dem Maria Grazia Santoro e Cristiano Shaurli, Riccardi ha poi detto che "a chi sostiene che i conti del Sistema sanitario regionale peggiorano basta mettere in fila gli andamenti per dimostrare il contrario: 1,2 è meno della metà di 2,7. Andrò quindi volentieri in Commissione consiliare per illustrare che nei quattro anni dell'amministrazione precedente i costi del Ssr del Friuli Venezia Giulia sono aumentati con una media del 2,2 per cento all'anno raggiungendo nel 2018 il 2,7". Così il vicepresidente della Regione e assessore alla Salute Riccardo Riccardi in merito ai conti del Ssr, ribadendo che "la commissione sarà proprio una buona occasione per ragionare anche su come sono stati spesi i soldi, su quanto si sia fatto ed anche degli 80 milioni di buco nel bilancio di previsione 2018".

Per il vicegovernatore "sarà l'occasione per discutere anche degli investimenti ereditati, di Cattinara, della protonterapia del Cro, dei soldi che mancano per far funzionare il nuovo ospedale di Pordenone e di tanto altro. Basteranno pochi casi - conclude Riccardi - per dimostrare gli interventi mancati, comprese le abitudini nella negoziazione con le aziende alle quali vanno attribuite le risorse modificando uno sbagliato approccio di consuntivo a piè di lista".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Way of life" vince la Barcolana 51 (FOTO E VIDEO)

  • Accoltellamento in scala dei Giganti: un 17enne italiano in prognosi riservata

  • Barcolana 51: i primi 10 classificati (FOTO)

  • Aggressione a colpi di martello a Ponziana, due persone a Cattinara

  • Giovane di 15 anni confessa l'accoltellamento: l'accusa è di tentato omicidio

  • Le salme di Matteo e Pierluigi arrivate in Questura, allestita la camera ardente

Torna su
TriestePrima è in caricamento