Santa Maria Maggiore, la parrocchia chiede l'aiuto dei triestini per il restauro

La chiesa dei gesuiti di Trieste necessita di un intervento importante e la parrocchia ha lanciato quindi una sottoscrizione popolare per far tornare l'antico tempio barocco al suo originale splendore. I lavori in nove lotti

Foto archivio

La chiesa di santa Maria Maggiore ha bisogno di essere restaurata e per farlo, la parrocchia e la Confraternita della Madonna della Salute hanno dato il la ad una sottoscrizione popolare per far risplendere il tempio dei gesuiti attraverso l'aiuto dei triestini. Secondo l'agenzia di stampa Adn Kronos "la Soprintendenza delle Belle Arti nel periodo 2011-2013 ha coordinato una serie di saggi stratigrafici finalizzati alla progettazione di un restauro complessivo",ravvisando "l'esigenza di mettere in atto ogni necessario ogni intervento conservativo degli interni della chiesa per la salvaguardia e la valorizzazione delle decorazioni".

Il restauro della chiesa, che nel 2011 era stata decretata Santuario Diocesano dal vescovo di Trieste monsignor Giampaolo Crepaldi, avverrà ad opera dell'architetto Gianluca Paron sulla base di nove lotti di progetto. La lunga durata del progetto è il risultato, si legge nel lancio d'agenzia "anche per la difficoltà di reperire i fondi necessari".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come contribuire

E' possibile supportare o con contributo diretto all'interno della chiesa o con versamento bancario alle coordinate IT 70 Z 03075 02200 CC8500794112. La chiesa di Santa Maria Maggiore, che è uno dei più importanti monumenti barocchi presenti a -highlighted">Trieste, è legata alle vicende della presenza in città della Compagnia di Gesù. La sua costruzione si deve infatti ai padri gesuiti Giuseppe Mezler e Gregorio Salateo, che giunti a -highlighted">Trieste nel 1619 dalla Boemia, si adoperarono per stabilirvi l'Ordine della Compagnia di Gesù, inserendosi nella vita della Chiesa locale in un momento religiosamente delicato per l'influenza in queste terre della Riforma protestantica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Coronavirus, altra impennata in Fvg: 147 positivi e sei morti, i contagiati sono oltre 1100

  • Coronavirus, il Friuli Venezia Giulia la regione che resta di più a casa

  • Coronavirus, altro balzo in avanti: in Fvg i contagiati ora sono 1223, 13 guariti in più

  • I contagiati salgono a 930, 54 decessi: il bollettino del FVG

  • Coronavirus: anche a Trieste arrivano le mascherine, saranno distribuite da lunedì

Torna su
TriestePrima è in caricamento