Vede lo scooter rubato alla sorella e chiama la Polizia: arrestato 28enne triestino

Il giovane è stato sorpreso dalle forze dell'ordine mentre sostituiva la targa del mezzo con una in suo possesso

foto di repertorio

Ieri sera la Polizia di Stato di Trieste ha arrestato per ricettazione in concorso un triestino, Daniel Oliva, nato nel 1989 e già noto alle forze dell’ordine.
Un ragazzo ha notato parcheggiato in via San Pelagio lo scooter della sorella recentemente rubatole e ha informato il 112. Mentre sul posto si stava recando un equipaggio della Squadra Volante della Questura, il richiedente segnalava che un giovane era salito a bordo del mezzo e si stava allontanando.
Poco dopo gli operatori lo hanno individuato nelle vicinanze, sorprendendolo intento a sostituire la targa con una in suo possesso. Con lui il triestino M.S. del 1966 e il venezuelano G.B. del 1980, entrambi già noti alle forze dell’ordine.

Sul sellino e sul pianale dello scooter gli operatori hanno trovato una pinza, due giravite, un taglierino, una spatola da muratore e un baratto di deodorante, il tutto appartenente all’Oliva e sottoposto a sequestro.
Ricostruito l’episodio, dopo le formalità di rito, l’uomo è stato arrestato e posto agli arresti domiciliari, mentre gli altri due sono stati deferiti in stato di libertà alla locale Procura della Repubblica sempre per ricettazione in concorso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Sono stato aggredito con un piede di porco", triestino all'ospedale: "Volevano entrare in casa"

  • Incidente in via Udine: insulti e minacce di morte ad un medico del 118

  • Bimbo cammina in fondo alla chiesa, alcuni fedeli "cacciano" lui e la madre

  • Mano pesante del Questore, giù le serrande del Mc Donald's per una settimana

  • Trieste e Vienna sempre più vicine: in arrivo il nuovo collegamento ferroviario

  • Acqua alta sulle rive e piazza Unità, allagamenti anche a Muggia e Grado (FOTO)

Torna su
TriestePrima è in caricamento