A Opicina l'evento finale del progetto “Scuola, sport e…motori”

Mondo dei motori e formazione professionale uniti per didattica e sicurezza stradale. Un'opportunità per un gruppo scelto dall’Istituto ospitante di ampliare il proprio bagaglio con competenze sul mondo dei motori che potrebbero essere utili nel mondo del lavoro.

L’Associazione Sportiva Dilettantistica Trieste Racing Club Academy, alla presenza delle istituzioni locali e della dirigenza del Centro di formazione Civiform, si avvia a concludere “Scuola, sport e…motori”. Il 9 marzo alle 9.30 al Civiform di Trieste si svolgerà l’evento finale del progetto formativo iniziato a fine 2018 con l’obiettivo di fondere didattica e attività ludica e sensibilizzare i giovani sul tema della sicurezza stradale: “Ama la vita, corri in pista e non per strada”, non è solo uno dei progetti portati avanti dalla scuderia, ma vera e propria dichiarazione di intenti e impegno sociale.

Visto il successo del format negli anni - questo è il quinto progetto a Trieste, in diversi istituti - l’interessamento e la soddisfazione di Istituzioni e partecipanti, la Scuderia ha messo a disposizione del Centro di Formazione professionale materiali, esperienza e personale specializzato (ingegneri, meccanici, piloti…). Tutto ciò per dare l’opportunità ad un gruppo scelto dall’Istituto ospitante di ampliare il proprio bagaglio con competenze sul mondo dei motori che potrebbero essere utili nel mondo del lavoro.

Il progetto

Il progetto prevedeva di trasformare un’utilitaria stradale in vettura adatta alle competizioni, rispettando tempistiche assegnate e sottoponendosi a un costante monitoraggio per stati di avanzamento. Accanto agli allievi del corso di Manutentore Auto e Moto del Centro di formazione triestino erano impegnati gli allievi di Grafica, chiamati a personalizzare la livrea dell'auto, presentando progetti poi sottoposti a una votazione via social. Il calendario doveva concludersi entro marzo 2019, data in cui il la vettura esordirà nella prima gara di Campionato 2019, partecipando a un Trofeo dedicato alle scuole. Oltre che a Trieste, infatti, altre scuderie del Triveneto hanno condotto progetti analoghi in cui Istituti individuati hanno “dato vita” a vetture da gara con l’opportuna preparazione.

L’evento conclusivo sarà anche l’occasione per svelare i vincitori dei premi in palio, diversificati per le due sezioni interessate, Grafici e Meccanici. Il loro impegno nel progetto vedrà infatti un seguito nello step successivo; quello sportivo dilettantistico, attraverso la partecipazione attiva al mondo delle gare di motorsport sia come aspiranti piloti che come staff tecnico. Con una serie di briefing ed una gita scolastica che porterà gli allievi più meritevoli a conoscere da vicino la Scuderia, si concluderà un’avventura che, attraverso la disciplina sportiva, punta a valorizzare la formazione tecnica dei ragazzi che scelgono i motori per il proprio futuro.

Per ringraziare gli Istituti che hanno deciso di cogliere quest’opportunità, Trieste Racing Club Academy ha deciso di premiare tutti i partecipanti del progetto (insegnanti, allievi e loro accompagnatori) invitandoli alla gara d’esordio e mettendo loro a disposizione uno speciale pass gratuito per l’accesso alla manifestazione.

Maggiori dettagli saranno poi divulgati nella conferenza stampa di

Martedì 19 marzo p.v. alle ore 9.30

presso CIVIFORM di Trieste, via di Conconello 16 Opicina

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riccardo Scamarcio in piazza Unità: battibecco con Telequattro e poi le scuse

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

  • Atti osceni in luogo pubblico in corso Saba: nei guai 58enne

Torna su
TriestePrima è in caricamento