Sei vagoni si sganciano e viaggiano per chilometri fino a Gorizia

Per ragioni ancora da accertare e favoriti dalla pendenza del terreno si sono mossi autonomamente. Stazione di Gorizia evacuata per alcuni minuti e sospese alcune corse. Circolazione ripristinata in due ore

Foto di repertorio

Sono sei i vagoni merci che, per ragioni ancora da accertare e favoriti dalla pendenza del terreno, si sono mossi autonomamente in direzione Udine-Gorizia. Per questo motivo, come riporta Ansa FVG, nel primo pomeriggio di ieri, lunedì 20 maggio, la stazione ferroviaria di Gorizia è stata evacuata precauzionalmente per alcuni minuti. I sei carri, carichi di lastre di acciaio, si sono fermati alcuni chilometri più avanti in direzione Gorizia, tra Cormons e Capriva, dove sono stati trovati dai Vigili del fuoco del Comando provinciale e da personale di Rfi.

L'intervento

Allertato anche il personale della Polfer che insieme con i pompieri hanno presidiato alcuni passaggi a livello. Leggeri disagi alla circolazione ferroviaria si sono registrati poiché, per sicurezza, sono state sospese le corse di alcuni convogli locali: Trenitalia ha predisposto corriere sostitutive ed anche alcuni taxi per favorire lo spostamento e le coincidenze di alcuni studenti e pendolari. La circolazione è tornata normale nell'arco di un paio d'ore.

Tornano i treni storici per scoprire le bellezze del FVG 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Trieste usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di iscritti alle alle università online, ecco quelle riconosciute dal Miur

  • "Sono stato aggredito con un piede di porco", triestino all'ospedale: "Volevano entrare in casa"

  • Incidente in via Udine: insulti e minacce di morte ad un medico del 118

  • Bimbo cammina in fondo alla chiesa, alcuni fedeli "cacciano" lui e la madre

  • Mano pesante del Questore, giù le serrande del Mc Donald's per una settimana

  • Blitz della Finanza sui subappalti in Fincantieri: un arresto, 19 aziende coinvolte e 34 indagati

Torna su
TriestePrima è in caricamento