Semafori in via San Nicolò, Polli: «Importante compito che è quello di fluidificare il traffico veicolare»

L'assessore all'Urbanistica: «Un progetto che prevede la semaforizzazione di tre attraversamenti pedonali nel cuore del centro storico. Il prossimo sarà via San Nicolò/via Roma»

foto della pagina "Agente Gianna"

«Oggi è stato attivato il nuovo impianto semaforico realizzato in via San Spiridione all'intersezione con via San Nicolò. Ho visto molti commenti positivi, alcuni che hanno rappresentato delle perplessità e alcuni negativi. Ho quindi pensato fosse opportuno qualche chiarimento!». 

L'assessore all'Urbanistica Luisa Polli interviene su Facebook in merito ai nuovi semafori di via San Nicolò, accesi questa mattina (e che fanno seguito a quelli di via Canal Piccolo): «Tale impianto permette ai pedoni e ai veicoli di attraversare l'incrocio mediante fasi semaforiche a loro strettamente dedicate svolgendo un ulteriore importante compito che è quello di fluidificare il traffico veicolare mediante una regolamentazione temporale dell'attraversamento della carreggiata da parte dei pedoni. In assenza di tale regolamentazione l'attraversamento avverrebbe, infatti, in modo casuale e determinerebbe continui stop&go (fermata e ripartenza) dei veicoli in corrispondenza delle strisce pedonali, con conseguente possibile formazione di code». 

luisa-polli-3«Le fasi semaforiche dell'impianto sono state attentamente studiate in funzione dei reali flussi veicolari circolanti e sono state coordinate con quelle degli impianti semaforici già presenti a monte e a valle degli incroci oggetto dintervento - spiega l'assessore Polli -. Nei prossimi giorni l'amministrazione comunale provvederà a monitorare il corretto funzionamento del nuovo impianto semaforico al fine di poter adottare i più opportuni provvedimenti correttivi che dovessero rendersi necessari».

«La realizzazione del nuovo impianto semaforico di via San Spiridione si colloca all'interno di un progetto che prevede la semaforizzazione di tre attraversamenti pedonali nel cuore del centro storico e precisamente in corrispondenza delle seguenti intersezioni: via Canalpiccolo/via Cassa di Risparmio (impianto semaforico già realizzato ed attualmente in funzione), via San Nicolò/via Roma (impianto semaforico in fase di realizzazione, i lavori sono iniziati la corrente settimana) e via San Nicolò/via San Spiridione - aggiunge Luisa Polli -. Tali intersezioni rappresentano il punto di discontinuità di aree pedonali contigue (via San Nicolò e via Cassa di Risparmio) che intersecano assi veicolari (via San Spiridione e via Canalpiccolo) caratterizzati da importanti flussi pedonali. L'entità dei suddetti flussi ha determinato la necessità di regolamentare tali intersezioni mediante impianti semaforici, al fine di garantire all'utenza debole di poter proseguire in sicurezza lungo gli esistenti itinerari pedonali. Allo stesso tempo, la semaforizzazione delle intersezioni stradali garantisce una fluidificazione del traffico e quindi una riduzione dell'inquinamento atmosferico strettamente legato alle ripetute fermate dei veicoli in relazione alla mancata regolamentazione dei flussi pedonali. Continuiamo a lavorare per Trieste!».

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Trieste usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Test Invalsi obbligatori per superiori e medie, ecco le date e i contenuti delle prove

  • Errore tecnico dell’Inps nel calcolo delle pensioni di dicembre e gennaio: ecco cosa fare

  • Fondo milanese si "disfa" delle sue proprietà, venduti 1300 metri quadrati alle Torri

  • ​Impermeabilizzazioni edili, come rendere il terrazzo sicuro e resistente senza spendere troppo

  • Chiude il "Caffè dei libri": il tribunale dichiara il fallimento

  • “Era il ‘Bronx’, oggi è un gioiello” l'evoluzione di borgo San Sergio per i residenti (FOTO)

Torna su
TriestePrima è in caricamento