Spaccio di droga in albergo, Bertoli (Fi): «Sorveglianza parziale nel sistema di accoglienza»

Un ventenne in carcere per aver spacciato marijuana dentro un albergo, alloggio che gli era stato assegnato dall'Ics

Foto di repertorio

Spacciava Marijuana dentro un albergo, l'alloggio che gli era stato assegnato dall'Ics nell'ambito del sistema di accoglienza. Si trova ora in carcere il 20 enne cittadino iracheno (iniziali B. H.), che utilizzava la sua camera come luogo di spaccio, anche a minorenni. Una scoperta dei Carabinieri di Borgo san Sergio dopo mesi di indagini approfondite che li hanno condotti all'hotel "Parenzo", in via degli Artisti, in cui sono stati trovati alcuni grammi della sostanza, pronta per essere venduta in appositi involucri.

Così ha dichiarato in merito il presidente dell'Ics Gianfranco Schiavone: «Il fatto di utilizzare una camera di albergo evidentemente facilitava questo giovane nella sua attività di spaccio. Sarebbe stato più difficile, invece, in una struttura di accoglienza vera e propria, in cui c’è del personale preposto a controllare e a segnalare eventuali comportamenti sospetti».

Indignata la replica del consigliere comunale Everest Bertoli (Fi): «Il fatto si è verificato nella stanza di una bellissima struttura alberghiera, che invece di arricchire l’offerta turistica della città di Trieste era usata come deposito per preparare e vendere gli spinelli anche a minorenni».

Secondo Bertoli «dobbiamo prendere atto, con buona pace dei bandi di gara della Prefettura, che nelle strutture alberghiere non c’e’ del personale preposto a controllare e a segnalare eventuali comportamenti sospetti? Che per le strutture alberghiere vengano applicati altri standard rispetto agli appartamenti affittati dall’ICS? Se ancora c’è qualcuno che si pone la domanda se c’era bisogno di istituire una Commissione speciale in Comune, queste frasi sono la dimostrazione evidente - conclude il consigliere .- della necessità e dell’urgenza di una verifica minuziosa su quello che sta avvenendo a Trieste con l’accoglienza»

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riccardo Scamarcio in piazza Unità: battibecco con Telequattro e poi le scuse

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

  • Atti osceni in luogo pubblico in corso Saba: nei guai 58enne

  • Minorenne picchiato da un 'ambulante': il racconto della vittima

Torna su
TriestePrima è in caricamento