Spaccio nella zona della stazione: arrestate sette persone

Sei cittadini di origine pachistana e un cittadino afghano sono stati arrestati due giorni fa in un'operazione diretta dalla Procura della Repubblica di Trieste e condotta sul campo dagli uomini della Questura. Spacciavano nella zona della stazione e in via Udine. Fondamentali le video riprese per "beccarli" sul fatto

Risale a due giorni fa l'operazione della Procura della Repubblica di Trieste diretta dal Procuratore Capo Carlo Mastelloni che ha portato all’arresto di 7 soggetti. L'indagine, diretta dal Sostituto Procuratore Federico Frezza e condotta dagli agenti della sezione "contrasto al crimine diffuso” della Squadra Mobile di Trieste, ha individuato sei cittadini di origine pachistana e un cittadino proveniente dall'Afghanistan, responsabili della gestione di una zona di spaccio di hashish ed eroina.  

L'operazione

Alcuni dei cittadini fermati nel corso delle operazioni erano già gravati da precedenti specifici e tutti titolari di permesso di soggiorno poiché richiedenti asilo. Una persona fermata invece era già destinatario di provvedimento di espulsione dal territorio nazionale. "Avevano trasformato l’area adiacente alla via Udine - si legge nella nota della Questura di Trieste - in una zona di spaccio di hashish ed eroina, un market all’aperto ove l’acquisto di droga era alla portata di tutti, soprattutto giovanissimi in età scolare".

Il nostro reportage: spaccio e prostituzione a cielo aperto

La zona della stazione

"Una zona ormai nota come il “Bronx”, dove il pericolo per l’iniziazione alla droga di ragazzini è diventato concreto, in ragione delle cessioni di stupefacente accertate. Una “scena aperta” deputata ad offrire a quanti in transito uno spaccato di degrado caratterizzato da una serie di reiterati episodi di cessione di narcotici. La concentrazione di tali spacciatori è stata notata a seguito di una serie di articolati servizi investigativi e di prevenzione che nel passato hanno portato ad un attento monitoraggio, con numerosi arresti e sequestri di hashish nella vicina piazza Libertà; in ragione di tali interventi preventivi e repressivi, si è assistito ad uno spostamento di alcuni degli indagati nei pressi della più isolata via Udine, facendo loro ritenere di poter gestire i traffici illeciti con maggiore serenità".

Via sant'Anastasio

"Nondimeno - continua la nota della questura - il continuo via vai di assuntori di stupefacenti e le segnalazioni dei residenti hanno consentito di approntare mirati servizi investigativi che hanno documentato le modalità di svolgimento dell’attività illecita: gli acquirenti, certi di trovare i pusher a disposizione, che erano soliti stazionare negli spazi del cortile aperto dell’immobile sito alle spalle di via Udine, tra le vie Paulania e Sant’Anastasio, accedevano nell’area e recuperavano la droga, occultata nelle aiuole, per poi allontanarsi". Una zona che anche noi di Trieste Prima avevamo raccontato in un reportage realizzato da Stefano Mattia Pribetti. 

Le video riprese

"Il monitoraggio della zona - conclude il comunicato - effettuato con l’ausilio di video riprese ha consentito di documentare numerose cessioni e di sequestrare dosi di hashish ed eroina a giovani assuntori, tra i quali anche minorenni, subito dopo l’acquisto. Gli arrestati, dopo gli adempimenti di rito, sono stati ristretti presso la casa circondariale di Trieste, a disposizione della Procura della Repubblica che coordina le indagini. Continuano le attività di indagine per il contrasto a tale tipologia di reati da parte della Squadra Mobile coordinata dalla locale A.G., al fine di individuare luoghi di smercio e relativi autori".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (11)

  • Nicolo Giraldi è mai stato nel Bronx?

  • Però a sentir qualcuno il solo vero problema di questa città è il corteo di Casa Pound! Ma per favore!

  • Spacciavano vicino all'INPS per essere pronti a versare il ricavato come contributi pensionistici

  • Spacciavano vicino all"inp per

  • Poi ci stupiamo se tanti italiani non ne vogliono più sapere di questi (pseudo)profughi che mentre noi li manteniamo arrotondano cedendo droga ai ragazzini?

  • Spacciano, e i triestini acquistano, per questo bisognerebbe punire anche i consumatori di droga.

    • Sì, ma i triestini che consuma, co i li becca, i paga, questi inveze NO i paga mai, anca perchè no i ga idea de cossa xe scrito sule carte che i ricevi e sostanzialmente i se ne sbatti, ai triestini co ghe riva qualche denuncia (anca per robe inique) i li va a zercar fin casa...

  • Cosa ne dicono i signori Schiavone e Malnati? Rispondete prego

  • Quindi i richiedenti asilo continua a rimaner tali anca se i fa reati?

    • Sì, la Corte europea per i diritti dell'uomo ha più volte sentenziato che non c'è inerenza fra i crimini eventualmente commessi e la valutazione dei requisiti dell'asilo... Bel, no??

  • Ara dove che i ne gà fatto rivar...

Notizie di oggi

  • Economia

    Pasta Zara passerà a Barilla

  • Incidenti stradali

    Macchina si schianta contro un camion in autostrada, morte due persone

  • Incidenti stradali

    Incidente sul RA14: traffico bloccato

  • Cronaca

    Di Finizio in cima all'Ursus da 17 ore: "Non morirò in silenzio" (VIDEO)

I più letti della settimana

  • Shock sulla 20, presunta aggressione a ragazza di 17 anni

  • Il Festival della pizza sbarca a Trieste

  • Auto perde il controllo e si cappotta sul Raccordo Autostradale (VIDEO)

  • Macchina si schianta contro un camion in autostrada, morte due persone

  • Sequestra una donna al settimo mese di gravidanza: arrestato

  • Venti decessi ogni 1000 persone per tumori, Trieste tra le città dove si muore di più

Torna su
TriestePrima è in caricamento