Alcatel di Trieste, a rischio 850 famiglie. Nokia non sarebbe interessata

Indiscrezioni sembrano dare per "cedibile" lo stabilimento produttivo Alcatel di Trieste. 850 famiglie a rischio per una situazione occupazionare triestina già pesantemente compromessa. Rabbia e incredulità tra i dipendenti

Non rosee le indiscreioni che trapelano dall'ECID, l'incontro a livello europeo tra la governance di Alcatel-Lucent (ALU, n.d.r.) e le rappresentanze sindacali italiane e triestine dello stabilimento di via Montedoro, 14.

Dopo l'acquisizione della società Alcatel-Lucent da parte del colosso delle telecomunicazioni Nokia, il primo incontro europeo tra i rappresentanti dell'azienda e quelli dei lavoratori non sembra promettere niente di buono.

Sembra che i rappresentanti del colosso finlandese abbiano palesato il completo disinteresse per i siti produttivi e lo stabilimento triestino sito in zona industriale sarebbe proprio di questa tipologia. Con i suoi circa 850 lavoratori, tra fissi, lavoratori a termine e indotto, la sua cessione ad altra società o peggio la sua chiusura, metterebbe in ginocchio la già disastrata situazione occupazionale triestina.

«Qui siamo quasi mille famiglie a lavorare, tra indotto e dipendenti. Se chiude questa realtà a Trieste cosa rimane? Dove andremo?», ci dice uno dei dipendenti raggiunti dai microfoni di TriestePrima, aggiungendo poi: «la cosa che preoccupa molti di noi è che se ci cedono a un'altra società, questa magari fa il lavoro sporco e finisce che portano tutto nei paesi a basso costo. Com'è possibile che si permettano ancora queste cose?»

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

È sconfortante il tono della voce che registriamo. Parole di un padre di famiglia rotte dalla tensione e dalla preoccupazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Frontiere aperte solo per i residenti in Fvg", l'apertura del premier sloveno

  • Da domani mascherine non più obbligatorie all'aperto e a distanza

  • Tragedia sulle rive: cinquantenne muore dopo una caduta in mare

  • Grave incidente a Capodistria: motociclista triestino perde una gamba

  • La dieta a Zona per dimagrire e migliorare le funzioni dell'organismo: come funziona

  • Covid 19: nessun morto in Fvg nelle ultime 48 ore, due nuovi casi a Trieste

Torna su
TriestePrima è in caricamento