Stalking al compagno 80enne, triestina allontanata dal giudice

Si è resa colpevole di un vero e proprio atto persecutorio nei confronti del compagno 80enne arrivando anche a segregarlo in una stanza, D.A.B., una donna triestina 60enne, impossessatasi anche del bancomat dell'uomo

La Polizia di Stato di Trieste ha dato esecuzione a una misura cautelare del divieto di avvicinamento nei confronti di  una donna triestina D.A.B. di 60 anni, responsabile di un gravissimo caso di stalking.

Dalle indagini, coordinate dalla Procura di Trieste, è risultato che la donna, recente nuova compagna di vita di un 80enne, economicamente indipendente, aveva imposto regole talmente ferree all’uomo, sino a limitargli la libertà di locomozione o di colloquio con l’esterno.

La donna si era di fatto impossessata del bancomat della vittima, incassando una cospicua somma di danaro. Grazie all’intervento della Polizia, su richiesta della figlia preoccupata della mancanza di notizie sul padre, l’uomo è stato “liberato” dopo essere stato chiuso a chiave in una stanza dell’abitazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli uomini della Squadra Mobile hanno dapprima recuperato il bancomat sottratto e poi accertato un vero sistema persecutorio messo in atto dalla donna nei confronti dell’anziano. Il GIP Dr. Luigi Dainotti ha firmato il provvedimento.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Coronavirus, altra impennata in Fvg: 147 positivi e sei morti, i contagiati sono oltre 1100

  • I contagiati salgono a 874, decessi a quota 47: il bollettino di oggi in Fvg

  • Coronavirus, il Friuli Venezia Giulia la regione che resta di più a casa

  • La Regione conferma il blocco totale, Fedriga firma una seconda ordinanza

  • Coronavirus, altro balzo in avanti: in Fvg i contagiati ora sono 1223, 13 guariti in più

Torna su
TriestePrima è in caricamento