Disteso sui binari del treno: allarme alla stazione di Gorizia

Da determinare le motivazioni che hanno spinto il trentaduenne di origini afghane a compiere questo gesto

Tentato suicidio? Azione di protesta? O semplicemente gli effetti da abuso di sostanze alcoliche? Questi gli interrogativi che si sono posti gli operatori della polizia ferroviaria di Gorizia intervenuti nei confronti di un uomo che - come nelle più classiche vignette - si era disteso sui binari della stazione ferroviaria di Gorizia. Interrogativi le cui risposte determineranno anche le eventuali responsabilità a suo carico.
Il fatto, avvenuto la mattina del 30 dicembre scorso, veniva messo in atto da un trentaduenne di origini afghane ed aveva immediatamente generato una situazione di allarme tale da far sospendere la circolazione ferroviaria.

Immediato altresì l'intervento del personale ferroviario, degli operatori della Polfer e del personale delle squadre volanti della Questura di Gorizia i quali, pur dovendo adoperarsi in un'azione energica per far desistere l'uomo dal suo intento e rimuoverlo dalla sede ferrata, hanno altresì dovuto adottare le opportune cautele in ragione del fatto che l'uomo risultava già noto per precedenti episodi di intemperanza.
La vicenda ha visto anche l'intervento di personale medico per gli accertamenti del caso.

 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Dito medio e "dentro no son proprio andà", pluripregiudicato di Muggia ai domicilari

  • Roma boccia l'abbattimento della Tripcovich, Dipiazza su tutte le furie: "Oggi me ne andrei dall'Italia"

  • Blitz dei Nas in due locali a Campi Elisi, oltre 12 mila euro di multa

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

Torna su
TriestePrima è in caricamento