Strada di Fiume: baracche demolite e nuovi parcheggi

La riqualificazione dell’area verde interesserà i civici dal 172 al 176. Lo dichiara il referente di quartiere Giovanni Nasti (FdI): "Oneri di realizzazione completamente a carico del Comune"

Strada di Fiume (foto di repertorio)

Al via lunedì 7 gennaio la demolizione di alcuni manufatti e baracche in lamiere e muratura in strada di Fiume, un tempo adibiti ad uso garage per auto in prossimità dei civici che vanno dal n° 172 al 176. Visto il pregresso stato d’uso che andava via via in decadimento, si è reso necessario partire con il progetto di riqualificazione dell’area in questione. L’intervento di recupero proseguirà poi con la realizzazione di parcheggi a favore degli abitanti degli edifici agli indirizzi sopracitati. Obiettivo di tale progetto non è solo il risanamento dell’area di proprietà comunale, ma dell’intera zona.

L'importanza dell'intervento

«Un intervento molto importante – afferma il referente di quartiere Giovanni Nasti, militante di Fratelli d’Italia – previsto all’interno della programmazione per il recupero delle aree inutilizzate. Ciò è nato dalla volontà di rigenerare quanto esistente evitando che quelle strutture potessero permanere perennemente in quello stato di abbandono, investendo al contempo nel ripristino filologico degli stili architettonici e nella storicizzazione degli interventi. In questo contesto gli stessi residenti avevano condiviso da tempo delle proposte che sono state vagliate dagli uffici competenti».

Oneri a carico del Comune

«Gli oneri di realizzazione – chiosa Nasti – saranno completamente a carico del Comune e saranno sì volti alla realizzazione di parcheggi residenziali, ma soprattutto alla sistemazione ed il decoro dell’area verde adiacente».

Ditta sbaglia la verniciatura: parcheggio creativo in Strada di Fiume (FOTO)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Test Invalsi obbligatori per superiori e medie, ecco le date e i contenuti delle prove

  • Errore tecnico dell’Inps nel calcolo delle pensioni di dicembre e gennaio: ecco cosa fare

  • Fondo milanese si "disfa" delle sue proprietà, venduti 1300 metri quadrati alle Torri

  • Frontale tra due auto sulla SP1: tre persone estratte dai Vigili del Fuoco

  • ​Impermeabilizzazioni edili, come rendere il terrazzo sicuro e resistente senza spendere troppo

  • Chiude il "Caffè dei libri": il tribunale dichiara il fallimento

Torna su
TriestePrima è in caricamento