Tavolo per la pace Italia - Austria, Fedriga - Fontana: «Europa rispetti tradizioni» (VIDEO)

Il ministro della difesa austriaco Kunasek: «Prevenire ondata migratorie e distinguere tra regolari e irregolari»

Si è tenuta questa mattina, nell'ambito del tavolo per la pace Italia - Austriauna solenne cerimonia in divisa austro - ungarica con la deposizione delle corone al Monumento ai Caduti italiani sul colle di San Giusto, e al Monumento ai Caduti triestini nel piazzale esterno del Castello di San Giusto. Presenti il presidente della Regione Massimiliano Fedriga, il ministro della famiglia e della disabilità Lorenzo Fontana, e il ministro della difesa austriaco Mario Kunasek.

Il presidente Fedriga

Per Fedriga «Si parla di una cerimonia importante perché dopo tanti anni abbiamo la possibilità di onorare i caduti di ambo le parti. È la storia della nostra terra e della nostra gente, di chi ci ha preceduto. Quanti passi avanti sono stati fatti e come è cambiata la storia italiana ed europea, oggi non ricordiamo solo le profonde modifiche ai confini, ma anche persone che sono state mandate a combattere in territori che non conoscevano. Credo in queste basi, e non su un Europa autoreferenziale, ma in grado di imparare dal passato dei propri popoli».

Il ministro Fontana

Così ha dichiarato Fontana: «Intendiamo mantenere i buoni i rapporti con i nostri vicini austriaci, situazione ben differente da quella di un secolo fa. Io stesso ho una nonna profuga, il mio bisnonno è morto in guerra e la mia bisnonna è morta di febbre spagnola. La cosa bella è quando sono stato a Bruxelles, da parlamentare europeo, i colleghi austriaci mi raccontavano dei loro avi caduti durante la Prima guerra mondiale. L'obiettivo è fare in modo che l'Europa rispetti identità e tradizioni».

Il ministro della difesa

Per Kunasek «È un obbligo essere qua e un onore, per onorare le vittime civili e militari. Dobbiamo imparare dal passato e capire che la pace non è una cosa scontata e bisogna lavorare per mantenerla, per mantenere le tradizioni per noi e per i nostri figli. Tutti devono portare avanti queste tradizioni, per mantenere un'Europa della pace».

I migranti

In merito alla "questione migranti", Kunasek ha dichiarato: «Bisogna prevenire che tante persone si mettano in viaggio. C'è una differenza tra immigrazione regolare e quella che non lo è. Penso sia un compito dei ministri della difesa ma anche dei presidenti di stato».

VIdeo della Banda Refolo di Trieste

video-1536399511-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violenta esplosione in zona Campanelle, gravissimi due giovani

  • Terrore a Barcola: spari in pineta, è caccia all'uomo

  • Morto a soli 27 anni Nicola Biase, tenente dell'Esercito in servizio a Trieste

  • Sparatoria con inseguimento a Barcola, arrestato a Grignano

  • Sparatoria ed inseguimento a Barcola, sullo sfondo una storia di droga

  • Tragedia a Sella Nevea: donna 55enne muore dopo un volo di 50 metri, abitava a Trieste

Torna su
TriestePrima è in caricamento