Tensione al Silos, Ics: «Comportamento ripugnante da parte di gruppi violenti di estrema destra»

Il Consorzio di solidarietà invita le autorità a sorvegliare e «impedire l'accesso all'area al fine di prevenire violenze verso persone indifese»

frame del video incriminato

«Ripugnante che movimenti di estrema destra dall'ideologia dichiaratamente violenta e intollerante si permettano di fare "incursioni" notturne e diurne nell'area del Silos della stazione, con l'esclusivo scopo di provocare e alimentare episodi di tensione sociale».

Così l'Ics (Consorzio di solidarietà che gestisce insieme alla Caritas l'accoglienza dei richiedenti asilo in città) commenta i video publbicati da TriestePrima che mostra cittadini facenti parte dei gruppi “Stop prima Trieste” e "Noi nazionalisti forconi” effettuare sopralluoghi nell'area nota ormai come rifugio per disperati. 

«Tali soggetti disseminano infatti il loro odio nei confronti di cittadini stranieri in evidente stato di bisogno che, nonostante gli sforzi delle associazioni umanitarie, si possono ancora trovare provvisoriamente e in numero esiguo in quell'area. L'Ics richiama le autorità a una stretta vigilanza verso tali gruppi - conclude la nota stampa del consorzio -, ai quali va impedito l'accesso all'area al fine di prevenire violenze verso persone indifese».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riccardo Scamarcio in piazza Unità: battibecco con Telequattro e poi le scuse

  • Tuiach porta in tribunale Parisi ma perde la causa

  • Sara Gama corregge giornalista di Sky: "Trieste è in Venezia Giulia"

  • Brutto incidente in superstrada, due persone a Cattinara

  • Atti osceni in luogo pubblico in corso Saba: nei guai 58enne

  • Minorenne picchiato da un 'ambulante': il racconto della vittima

Torna su
TriestePrima è in caricamento