Terremoti: 300 mila euro da Crédit Agricole per la ricostruzione di Accumoli con l'Associazione Alpini

Presentato il progetto di una struttura polifunzionale aperta a cittadini e turisti

Una struttura polifunzionale per favorire il rilancio di Accumoli e del suo territorio. È questo il progetto dell’ANA (Associazione Nazionale Alpini) che verrà finanziato anche grazie alla generosità dei tanti sottoscrittori che hanno aderito alla raccolta fondi promossa dalle società del Crédit Agricole in Italia, per le zone colpite dal sisma del 2016 e del 2017. Alla presentazione hanno partecipato il Presidente dell’ANA Sebastiano Favero, il Presidente del Gruppo Bancario Crédit Agricole Italia Ariberto Fassati insieme al Commissario Straordinario alla ricostruzione delle aree colpite dal terremoto del Centro Italia Paola De Micheli e al sindaco di Accumoli Stefano Petrucci.

Realizzata su tre livelli di circa 200 mq ciascuno, la struttura sarà in una prima fase a disposizione del personale che opera per la ricostruzione del centro del Capoluogo e poi verrà aperta ai cittadini e agli utenti che vogliono visitare il territorio. Una concreta risposta alle attuali necessità del territorio che avrà importanti benefici economici, occupazionali e d’immagine e che andrà a colmare il vuoto di un’offerta turistica limitata. La sottoscrizione, lanciata a settembre 2016 da quasi tutte le società del Crédit Agricole in Italia (Agos, Amundi, Caceis, CA Leasing, Eurofactor, CA Assicurazioni, CA Vita, CA Indosuez Fiduciaria, Indosuez Wealth Management Italia) ha coinvolto dipendenti, clienti e non clienti raccogliendo circa 130 mila euro.

A questi si sono aggiunti 170 mila euro versati attraverso il Fondo Beneficenza dal Gruppo Bancario Crédit Agricole Italia, portando il totale del contributo a 300 mila euro. «La realizzazione del centro polifunzionale ad Accumoli – ha dichiarato Ariberto Fassati, Presidente del Gruppo Bancario Crédit Agricole Italia – è il secondo intervento, dopo quello in Abruzzo nel 2009, che realizziamo al fianco dell’Associazione Nazionale Alpini. In questi anni abbiamo sempre cercato di non far mancare il nostro aiuto ai territori colpiti dai terremoti con opere che potessero permettere di tornare quanto prima alla normalità e a pensare con fiducia al futuro. Tutto questo non sarebbe mai stato possibile senza le migliaia di sottoscrittori delle nostre raccolte fondi, ai quali vogliamo tributare il nostro più grande e sincero ringraziamento».

«Quello di Accumoli è uno dei progetti che l’Associazione Nazionale Alpini ha in cantiere per aiutare le popolazioni del Centro Italia dopo il terremoto – ha sostenuto Sebastiano Favero, Presidente dell’Associazione Nazionale Alpini. Il prezioso contributo di Crédit Agricole, unito alla generosità di privati e dei Soci, nonché al lavoro gratuito dei nostri Volontari, ha permesso di progettare una struttura importante, che una volta realizzata darà la misura del nostro impegno nei confronti delle popolazioni del Centro Italia, così duramente provate».

Potrebbe interessarti

  • Dieta low carb, eliminare o sostituire i carboidrati nella nostra alimentazione?

  • Lenti a contatto, le cattive abitudini che danneggiano la salute dei nostri occhi

  • Rinnovo patente b, procedure e documenti necessari

  • Arredamento, le tendenze più in voga del 2019

I più letti della settimana

  • Squalo Mako di 4 metri avvistato in Croazia

  • Statua di D'Annunzio, Corona si schiera con Dipiazza: "Lascia perdere il Pd"

  • Annegato a Barcola, il cuore del ragazzo batte ancora

  • Schianto contro il guardrail nella notte, morto un motociclista

  • Squalo nell'Adriatico, parla l'esperto: come non finire nelle fauci di un Mako

  • Blitz dei NAS nella pizzeria La Caprese, multe per oltre 7000 euro

Torna su
TriestePrima è in caricamento