Antiterrorismo, 35 militari a Trieste tra confine e porto

I soldati controlleranno le aree di retrovalico e e quelle portuali lavorando insieme con la Polizia di Frontiera: verranno schierate pattuglie miste di militari e poliziotti 24 ore al giorno: verranno in particolare controllati tutti i documenti (e in caso perquisite le persone e i veicoli) di tutti gli extra-Schengen

Novanta militari dell'Esercito dalla prossima settimana saranno dispiegati lungo i confini del Friuli Venezia Giulia: 35 a Trieste, 35 a Udine e 20 a Gorizia. L'annuncio ufficiale lo ha dato ieri il prefetto di Trieste, Francesca Adelaide Garufi, spiegando che il rafforzamento è stato deciso «dopo i recenti avvenimenti internazionali e con il Giubileo».

I soldati controlleranno le aree di retrovalico e e quelle portuali lavorando insieme con la Polizia di Frontiera: verranno schierate pattuglie miste di militari e poliziotti 24 ore al giorno: verranno in particolare controllati tutti i documenti (e in caso perquisite le persone e i veicoli) di tutti gli extra-Schengen.

Oggi la visita a Trieste del Ministro dell'Interno Alfano tratterà tra gli altri anche questo tema.

Potrebbe interessarti

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Come lavare i cuscini in modo corretto, consigli utili

  • Pomodori secchi, proprietà benefiche e preparazione in casa

  • Usi e benefici della lavanda, come coltivare la pianta dal profumo incantevole

I più letti della settimana

  • Ciclista colpito da un fulmine a Basovizza, è gravissimo

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Ristoranti di pesce nel mirino, 55 mila euro di multe, nove denunce e cinque chiusure

  • Inseguimento della Polizia slovena, arresto in pieno giorno sullo svincolo di via Svevo

  • Quattrocento posti per diventare operatore socio sanitario, al via i corsi gratuiti

  • Come lavare i cuscini in modo corretto, consigli utili

Torna su
TriestePrima è in caricamento