Tragedia a Melara: morto un uomo in un incendio

La vittima è un uomo di 82 anni con serie difficoltà motorie: le fiamme hanno avuto origine dal materasso della camera da letto e sembra che alla base ci sia una sigaretta. Sul posto i Vigili del Fuoco e il 118: diverse le persone intossicate a causa del folto fumo sprigionato

foto di repertorio

Tragedia a Melara nel corso della serata di ieri (intorno alle 21.30): un incendio è divampato in via Pasteur 2 (ala verde del Quadrilatero), al nono piano dell'edificio. All'interno dell'appartamento un uomo, sfortunatamente trovato carbonizzato dai Vigili del Fuoco intervenuti sul posto per spegnere le fiamme. Si tratta di un anziano di 82 anni, M.P., che a quanto sembra avesse gravi difficoltà motorie.

Dai primi accertamenti sembrerebbe che la scintilla alla base dell'incendio sia dovuta a una sigaretta: le fiamme sono divampate poi dal materasso della camera da letto per poi propagarsi nell'appartamento. Intossicati a causa del fumo diversi inquilini che hanno avuto bisogno delle cure degli operatori del 118 giunti sul posto.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Morto a 67 anni Livio Marchetti, l'ultimo presidente Coop prima del "crac"

  • Cronaca

    Accoltellato alla natica in Piazza della libertà: fuori pericolo

  • Cronaca

    Armi da guerra sequestrate a Gorizia: arrestato 52enne

  • Cronaca

    Perde il controllo della moto e finisce contro un muro: 14enne a Cattinara

I più letti della settimana

  • Bimba disabile fermata dal controllore sul bus: lo sfogo della mamma su Facebook

  • Casa popolare a Trieste, ma 260 mila euro in Slovenia: madre e figlia scoperte dalla Gdf

  • Accoltellato alla natica in Piazza della libertà: fuori pericolo

  • Spari sulla spiaggia a Portorose: un ferito, “pistolero” in fuga

  • Grave incidente a Monfalcone: bimbo di 6 anni a Cattinara

  • Grave incidente a Lignano, coinvolta una famiglia: 24enne elitrasportato a Trieste

Torna su
TriestePrima è in caricamento