Ripartenza posticipata del tram, Dipiazza: «Solo colpa della lentezza dell'Ustif»

««Noi andiamo avanti, stiamo facendo il nostro, ma non c'è alcun tipo di collaborazione da parte loro»

«Stiamo facendo il nostro: abbiamo stanziato somme importanti e la Regione altrettanto. Sono i servitori dello Stato, coloro che ci devono dare le autorizzazioni ad essere lenti, perchè hanno una paga sicura».
Il sindaco Roberto Dipiazza, come riportato dal servizio di Laura Buccarella in onda su Telequattro, dichiara con fermezza responsabile dei continui slittamenti della data di rimessa in moto del tram di Opicina l'Ustif, l'ufficio speciale ministeriale che ha il compito di valutare i progetti che comune e regione stanno realizzando per il ripristino del tram.   

La riapertura della linea tranviaria , ferma dall'incidente dell'agosto 2016, si posticipa così almeno alla fine dell'estate.
«Noi andiamo avanti - conclude il sindaco - ma non c'è alcun tipo di collaborazione da parte dell'Ustif. Dobbiamo obbedire e cercare di fare il necessario per tornare questo servizio ai cittadini».

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Trieste usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Come lavare i cuscini in modo corretto, consigli utili

  • Pomodori secchi, proprietà benefiche e preparazione in casa

  • Usi e benefici della lavanda, come coltivare la pianta dal profumo incantevole

I più letti della settimana

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Schianto mortale a Sant'Andrea: 54enne perde la vita

  • Ristoranti di pesce nel mirino, 55 mila euro di multe, nove denunce e cinque chiusure

  • Quattrocento posti per diventare operatore socio sanitario, al via i corsi gratuiti

  • Polli: "Non fuggono dalla guerra, sono palestrati", ma è una foto del cantante Tequila Taze

  • Come lavare i cuscini in modo corretto, consigli utili

Torna su
TriestePrima è in caricamento