Tram: non arriva l'autorizzazione, necessari altri importanti interventi manutentivi

Niente Barcolana per la storica linea di Opicina: l'Ustif nega la certificazione per motivi di sicurezza

«A oggi, non sussistono le condizioni tecniche e autorizzative per consentire il riavvio della trenovia di Opicina» ha dichiarato Trieste Trasporti in una nota stampa. Niente Barcolana quindi, per la storica linea di Opicina, ferma dallo scorso agosto quando due vetture si sono scontrate in via Commerciale per motivi ancora al vaglio della magistratura.

«L’Azienda ricorda che il nulla osta tecnico all’impianto è stato revocato in virtù dell’incidente del 16 agosto 2016 e che la procedura di riassegnazione dell’autorizzazione è di esclusiva competenza dell’Ufficio speciale trasporti a impianti fissi (Ustif) del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Seppure in assenza di comunicazioni formali da parte dell’Ustif, a seguito di approfondite verifiche e prove funzionali operate da un ente esterno specializzato, incaricato dall’Amministrazione comunale, si è indubitabilmente certificata la necessità di procedere con importanti interventi strutturali e manutentivi per soddisfare la vigente normativa e le più recenti linee di indirizzo in tema di sicurezza degli impianti ferroviari»

«Proprio al fine di garantire i massimi livelli di sicurezza del servizio–continua–, il Comune di Trieste aveva avviato, prima dell’incidente, una procedura di gara per l’affidamento di un incarico per la ricognizione dello stato della linea: gli esiti di tali controlli, che sono oggi al vaglio dell’Ustif, hanno confermato nei giorni scorsi la necessità di intervenire sui binari e sulle fermate».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Trieste Trasporti, con il Comune di Trieste e con tutti gli enti interessati al governo e alla gestione dell’impianto, rimane quotidianamente impegnata a risolvere, nel minor tempo possibile, tutte le criticità al fine di permettere la riapertura della trenovia. Non è tuttavia possibile, a oggi, calendarizzare in alcun modo il riavvio del servizio, calendarizzazione che sarà possibile solo alla luce delle indicazioni dell’Ufficio preposto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti» ha concluso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Coronavirus, altra impennata in Fvg: 147 positivi e sei morti, i contagiati sono oltre 1100

  • Coronavirus, il Friuli Venezia Giulia la regione che resta di più a casa

  • Coronavirus, altro balzo in avanti: in Fvg i contagiati ora sono 1223, 13 guariti in più

  • I contagiati salgono a 930, 54 decessi: il bollettino del FVG

  • Coronavirus: anche a Trieste arrivano le mascherine, saranno distribuite da lunedì

Torna su
TriestePrima è in caricamento