Processo tram di Opicina: collegio incompetente, serve il giudice monocratico

La nuova prima udienza si terrà fra due o tre mesi. Presente il pm Frezza al posto di Tripani. Luccarini, presidente della Trieste Trasporti: "A monte dell'incidente non ci sarebbe alcun guasto tecnico"

Collegio incompetente in quanto in questo caso serve il giudice monocratico. Salta la prima udienza del processo penale nei confronti dei due conducenti del tram di Opicina coinvolti nello scontro tra i due convogli il 16 agosto del 2016 e, come riportato dal TgR Fvg, il procedimento slitta di due o tre mesi.

Presenti all'udienza, per solidarietà, alcuni membri dell'Unione Sindacale di Base per il lavoro privato, secondo i quali, la richiesta al tribunale di costituirsi parte civile fatta da Trieste Trasporti sarebbe la conferma di un accanimento contro i due dipendenti. Ipotesi negata da Luccarini, presidente della Trieste Trasporti, che però ha ribadito che a monte dell'incidente non ci sarebbe alcun guasto tecnico.

Inattesa la presenza del pubblico ministero Federico Frezza al posto di Matteo Tripani, che aveva seguito il caso fino ad ora.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Trieste usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Dito medio e "dentro no son proprio andà", pluripregiudicato di Muggia ai domicilari

  • Roma boccia l'abbattimento della Tripcovich, Dipiazza su tutte le furie: "Oggi me ne andrei dall'Italia"

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

Torna su
TriestePrima è in caricamento