Trasferito a Taranto: Sasha Colautti si incatena alla Wärtsilä (FOTO)

Il 35enne triestino sarebbe dovuto tornare a lavoro dopo il distaccamento sindacale: parte lo sciopero spontaneo dei colleghi

foto di Gianluca Castelli

Trentacinque anni. Due figli. Sarebbe dovuto tornare a lavoro in fabbrica, alla Wärtsilä, il primo di giugno scorso: dopo il distaccamento sindacale aveva deciso di tornare a fare l'operaio, lasciando il sindacato, la Fiom, per passare all'Usb. «Fin da subito però ho trovato resistenza, ostruzionismo: ogni giorno mancava un carta». Oggi però le carte non mancavano, anzi, è stata consegnata a Sasha Colautti una lettera di trasferimento a Taranto: «Al di là del fatto che l'officina di Taranto è da tempo che la società vuole dismetterla, si tratta di un grave atto nei miei confronti, nei confronti dei lavoratori in genere e nei confronti del sindacato».

Per protesta Sasha Colautti si è incanetato all'ingresso principale della Wartsila di San Dorligo della Valle: subito intorno a lui si è formato un capannello di lavoratori, colleghi dell'officina, che ha indetto uno sciopero spontaneo. Ovviamente poi sul posto sono giunte le forze dell'ordine (Carabinieri e Digos), ma il 35enne non molla: «Non mi scateno finchè non viene ritirato il trasferimento: vi ho difeso sempre quando ho potuto e ora io chiedo a voi di difendere me. Scioperate, smettete di lavorare subito - è l'appello che lancia anche su Facebook -. Protestate per questo atto scellerato e meschino».

Nella lettera, la società, spiega che il lavoratore avrà diritto a un'indennità di trasferta di 1500 euro e mansioni in cui è specializzato (Service Technician). 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morto a soli 27 anni Nicola Biase, tenente dell'Esercito in servizio a Trieste

  • Caso positivo fa scattare una trentina di tamponi a Trieste: altri sette contagi

  • Terrore a Barcola: spari in pineta, è caccia all'uomo

  • La Polizia Locale piange Sergio Zucchi, il vigile buono e dal grande impegno civico

  • Violenta esplosione in zona Campanelle, gravissimi due giovani

  • Tragedia a Sella Nevea: donna 55enne muore dopo un volo di 50 metri, abitava a Trieste

Torna su
TriestePrima è in caricamento