Trieste Airport in treno, più di 100mila passeggeri

Circa 70mila i viaggiatori con un biglietto di corsa semplice, oltre 35mila quelli con abbonamento. Tra le destinazioni preferite: Trieste, Latisana, Udine e Venezia

Oltre 100 mila i passeggeri che sono scesi alla fermata ferroviaria Trieste Airport dal giorno dell'inaugurazione del polo intermodale, avvenuta il 19 marzo. Così riporta Ansa Fvg: tra questi 95 mila hanno scelto convogli regionali, 8 mila l'Alta velocità. Inoltre, tra giugno e agosto, 46.500 passeggeri hanno usufruito del servizio ferroviario bikefriendly Mi.Co.Tra. (Trieste-Udine-Villach), di cui 2.500 sulla sola tratta Trieste-Udine. I sono stati dati diffusi da Trieste Airport. Al polo intermodale fermano ogni giorno una media di 51 convogli regionali oltre a 7 treni Intercity e Frecce che servono le linee Roma-Venezia-Trieste e Milano-Venezia-Trieste. In questa frazione di 2018, considerando solo i treni del trasporto regionale, sono stati circa 70mila i viaggiatori con un biglietto di corsa semplice, oltre 35mila quelli con abbonamento. Tra le destinazioni preferite: Trieste, Latisana, Udine e Venezia.

Aeroporto, al via i lavori di rifacimento della pista 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Cara redazione, vedo che siete sempre ad elogiare il Trieste Airport. Da utente, permettetemi di dirvi che non sono tutte rose e fiori. Cominciamo daila struttura soprelevata, per la quale sono stati spesi un sacco di soldi e la medesima risulta incompleta, dalla parte verso Venezia mancano i vetri e quando piove entra l’acqua dentro, con il rischio che qualcuno scivoli e si faccia male,. Le protezioni che ci sono, dal lato sprovvisto di vetri, sono talmente basse da poter permettere a qualcuno di gettare oggetti sulla strada sottostante, o addirittura di essere scavalcate per compiere un gesto estremo. Mancano i tapis roulant al centro della struttura, un anziano potrebbe avere difficoltà ad attraversare l’intera struttura, per arrivare all’aeroporto, o viceversa alla stazione. Passiamo alla truffa dei posteggi. Entro, sto dentro 6 minuti e non pago perchè nei primi 10 minuti, così c’e scritto sui cartelli non si paga. Torno dentro dopo un paio d’ore, sto dentro 5 minuti e quando vado per uscire mi viene richiesto il pagamento, perchè il sistema somma anche i minuti precedenti, peccato non ci sia scritto da nessuna parte, traendo così in inganno il consumatore. Entro una terza volta nell’arco della giornata, anche se nelle volte precedenti non ho raggiunto i 10 minuti comunque mi viene richiesto il pagamento, anche questo non è scritto sui cartelli. Fino a poco fà sulla colonnina del P3, non c’era nessun tariffario, perchè se sgarravi i 10 minuti ti venivano richiesto il pagamento di 9 euro, mentre sulla colonnina del P4 dove la cifra da pagare era di 2,50 euro, il tariffario era presente. Strano vero!?!? I Taxi dell’aeroporto sono stati sbattuti in strada e tolti da sotto la pensilina,, senza costruirne una nuova nella nuova locazione. Quest’estate dentro i taxi sono state misurate temperature di oltre 50 gradi, per non parlare di questo periodo ricco di piogge, ove sia gli autisti che i clienti si sono abbondantemente bagnati. Oltretutto cosa inammissibile che da quest’anno i taxi locali, devono pagare per poter accedere in aeroporto. Un servizio pubblico, che deve pagare per poter accedere, in un aeroporto che è di proprietà della regione non è ammissibile. Prima che cominciassero i lavori di ammodernamento dell’aeroporto, nel attuale posteggio P3 era stata montata una pensilina “costata centinaia di migliaia di euro di soldi pubblici”, molto utile perchè riparava dalle pioggia. Sparita!!! Adesso quando si accompagna qualcuno in aeroporto mentre piove, si è costretti a bagnarsi perchè non esiste alcun riparo.

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Investita da un autobus sulle rive: è grave

  • Economia

    Crisi industria, CGIL: "Più di 1000 lavoratori a rischio"

  • Cronaca

    "Campagna acquisti" della Lega, Manuela Declich abbandona Forza Italia

  • Cronaca

    La CISL: "Da mesi Alma in ritardo con gli stipendi"

I più letti della settimana

  • Rapina e sparatoria a Opicina, ladri ancora in fuga

  • Guida ubriaco e si schianta contro auto dei Carabinieri

  • Investita da un autobus sulle rive: è grave

  • Schianto sulla Costiera: ferito un ciclista

  • Violenta una 20enne a Verona, era stato minacciato con una katana a Trieste

  • Rogo in strada di Fiume 16, a fuoco i sotterranei di un palazzo

Torna su
TriestePrima è in caricamento