Trieste Antifascista: "Nessuno spazio per i fascisti di CasaPound"

Il comitato organizzatore del corteo antagonista del 3 novembre ha emesso una nota nella quale esprime contrarietà sull'annuncio del partito neofascista della prossima apertura della sede provinciale. "Crediamo che lo spazio che cercano di ritagliarsi, con la complicità delle istituzioni o con la violenza nelle strade, vada loro negato senza se e senza ma"

Riceviamo e pubblichiamo.

Il 3 novembre 2018 un enorme corteo antifascista, antirazzista e antisessista ha attraversato la nostra città come chiara e inequivocabile risposta alla presenza dei fascisti di Casapound, arrivati a Trieste da tutta Italia per ricordare la conclusione del massacro della Prima Guerra Mondiale. Oltre diecimila persone, triestine e non, sono accorse in quel sabato di novembre per respingere al mittente l'odiosa e rivoltate retorica nazionalista e patriottarda dei "fascisti del terzo millennio", facendo capire chiaramente a queste persone che non sono le benvenute in questa città.

"Non c'è spazio per i fascisti"

Ora questo "partito" cerca di aprire una sede proprio nel cuore di Trieste. Un'ulteriore e inaccettabile provocazione a tutta la città. Riportiamo dal testo di convocazione della prima assemblea antifascista del settembre 2018: "Crediamo fermamente non ci sia spazio in questa città per i fascisti e lo spazio che essi cercano di ritagliarsi, con la complicità delle istituzioni o con la violenza nelle strade, vada loro negato senza se e senza ma. Crediamo che questo corteo nazionale necessiti di una risposta chiara, una risposta antifascista che siamo convinti in tante e tanti sentano l'urgenza di esprimere.

"Ulteriore insulto di Casapound a Trieste"

Proprio il diffuso senso di urgenza nel prendere posizione ci porta a organizzare questa assemblea aperta, dove antifasciste e antifascisti, singole e collettivi, si possano riunire e insieme discutere le azioni concrete da mettere in campo per impedire questo ennesimo sfregio alla nostra città". Sono parole che sottoscriviamo con ancora più forza e urgenza nel prendere posizione davanti a questo ulteriore insulto che Casapound vorrebbe lanciare a Trieste.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'appuntamento che diamo a tutte e tutti è per mercoledì 23 gennaio, dalle 18.00 alla Casa delle Culture (via Orlandini 38).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mercurio pronto a dare spettacolo al tramonto: come e quando osservalo a occhio nudo

  • Non solo transfrontalieri: chi può entrare in Slovenia dal 26 maggio

  • Un aiuto per pagare l'affitto: al via il bando del Comune

  • Tragedia sulle rive: cinquantenne muore dopo una caduta in mare

  • "Frontiere aperte solo per i residenti in Fvg", l'apertura del premier sloveno

  • Sparatoria a Nova Gorica, coinvolte più persone

Torna su
TriestePrima è in caricamento