Al Tribunale di Trieste in aumento i ricorsi in materia di immigrazione

Impennata del numero dei ricorsi in materia di immigrazione. 644 provvedimenti attualmente davanti alla Corte del Tribunale di Trieste. Il presidente vicario Alberto Da Rin: «Argomento scottante. I procedimenti sono in grande aumento»

«Argomento scottante all'ordine del giorno è quello dei ricorsi in materia di immigrazione». Così Alberto Da Rin, presidente vicario della Corte d'Appello di Trieste dichiara ai microfoni di Telequattro constatando un'impennata del numero dei ricorsi degli immigrati. Una situazione critica che attualmente conta 644 procedimenti davanti alla Corte.

Il Tribunale di Trieste è competente per le opposizioni e i ricorsi avverso le decisioni delle Commissioni territoriali e in questi anni si è occupato delle richieste che arrivavano da tutto il Triveneto. Numeri che sarebbero potuto scendere grazie all'istituzione della Commissione di Verona ma che al contrario hanno continuato a salire. 

La maggior parte dei procedimenti ha interessato i cittadini del Pakistan e dell'Africa subsahariana come Mali e Guinea. Una più piccola parte invece ha riguardato cittadini curdi provenienti dalla Turchia i e afghani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Non si potrà fare nulla senza di noi": anche a Trieste i manifesti contro Di Maio

  • Coronavirus, dichiarato lo stato d'emergenza in FVG

  • Blocco totale in Regione, ecco l'ordinanza di chiusura

  • Schianto fatale in moto a Monfalcone: morto un 38enne triestino

  • Far west in strada per Opicina, fugge all'alcoltest e aggredisce un carabiniere: arrestato

  • Emergenza Coronavirus, chiude l'Università di Trieste

Torna su
TriestePrima è in caricamento