Trieste home port Tui a rischio: Bucci cerca l’intesa con Ttp e Barcolana

Gli armatori tedeschi hanno chiesto garanzie: in settimana incontro tra l’assessore regionale e i presidenti delle due società triestine

Per una buona notizia che arriva, il rischio che tutto venga vanificato a meno di un accordo tra Barcolana e Trieste Terminal Passeggeri. Si parla della stagione crocieristica 2019 e della decisione della Tui, compagnia tedesca che ha da poco annunciato di aver scelto il capoluogo Giuliano come home port per la sua “Mein Schiff 6” tra due estati, mentre la più piccola “Mein Schiff 2” toccherà Trieste la prossima stagione.

Come detto però, c’è il rischio che le 12 toccate da circa 50 mila passeggeri totali del 2019 salti a causa della concomitanza della Barcolana il secondo weekend di ottobre: i tedeschi sono categorici e meno “elastici” rispetto a Costa Crociere e pretendono di non avere disagi: ecco che la Politica è in particolare l’assessore al Turismo Maurizio Bucci tenterà di mediare tra le posizioni dei tre attori principali, la Tui, Ttp e Barcolana.

«In settimana ho un incontro con Napp (presidente del terminal passeggeri, ndr) e Gialuz (presidente Barcolana, ndr) - spiega Bucci -. L’idea è quella di lasciare libera da barche e gazebo la zona tra la Stazione marittima e il Molo Pescheria, così da permettere l’accesso in sicurezza e senza intoppi dei passeggeri, pullman e addetti ai lavori della nave da crociera».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cinque metodi naturali per un piano cottura brillante

  • Schianto in moto a Prebenico, morto giovane di 38 anni

  • Nudo e ubriaco prende il sole al Cedas davanti a tutti

  • Grave trauma cranico dopo una "lite" tra ragazzi: 22enne in prognosi riservata

  • Tragico incidente in autostrada, morta bimba di quattro mesi

  • Delirio in piazza Libertà: sacco lanciato tra auto in corsa e urla senza senso

Torna su
TriestePrima è in caricamento