Mano pesante del Questore, giù le serrande del Mc Donald's per una settimana

"Il provvedimento di sospensione della licenza ha lo scopo di impedire il protrarsi di una situazione di pericolosità sociale". L'esercizio commerciale divenuto "teatro di numerosi interventi da parte delle forze dell’ordine"

Questa mattinata il Questore di Trieste Giuseppe Petronzi ha disposto la chiusura per 7 giorni del Mc Donald’s di piazza Goldoni negli ultimi tempi divenuto teatro di molteplici interventi da parte delle forze dell’ordine a causa delle numerosi liti tra avventori avvenute al suo interno, non ultima quella che ha visto coinvolto alcuni minorenni come riportato il 7 novembre scorso in questa notizia. A rendere noto il provvedimento di chiusura è stata la stessa Questura del capoluogo regionale. 

Aggressioni ed estorsione al Mc Donald's: leggi la notizia

"Da maggio scorso ad oggi, infatti - si legge nella nota - il locale ha rappresentato punto di aggregazione per clienti di giovane età che si sono evidenziati per comportamenti violenti e di reciproca conflittualità, essendo già gravati da precedenti di polizia per reati contro la persona, il patrimonio o connessi all’uso di sostanze stupefacenti".

I precedenti in zona

La chiusura del celebre esercizio commerciale decisa dai vertici di polizia si inserisce nel quadro relativo alla situazione di degrado e di poca sicurezza che ha visto, nelle ultime settimane, il susseguirsi di episodi di cronaca sfociati, in alcuni casi, in fatti di sangue come l'accoltellamento di un giovane friulano la sera del sabato di Barcolana nella zona della scala dei Giganti.

Accoltellamento sulla scala dei Giganti, "beccato" il presunto responsabile

In quell'occasione, dopo essere stato raggiunto da alcuni fendenti e per i quali è stato individuato il presunto responsabile - attualmente a disposizione dell'autorità giudiziaria ndr - il giovane di Cervignano del Friuli era riuscito a portarsi fino all'entrata del Mc Donald's dove, subito dopo l'arrivo dell'ambulanza del 118, erano ancora visibili le macchie di sangue. 

Nasce il Comitato dei residenti di piazza Goldoni

"Il provvedimento di sospensione della licenza ex art. 100 TULPS, pertanto - conclude la nota della Questura - ha lo scopo di impedire il protrarsi di una situazione di pericolosità sociale, e nel contempo, di prevenire il reiterarsi di tali situazioni, in grado di destare forte allarme sociale, specie nei residenti della zona". In merito alla notizia della chiusura dell'esercizio commerciale ha espresso soddisfazione l'Unione degli Istriani. "E' un atto indispensabile per la sicurezza - ha commentato in questo intervento Massimiliano Lacota -, un modo per responsabilizzare in maniera chiara i gestori del locale" che "non possono far finta di non vedere ciò che da troppo tempo accade". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Dito medio e "dentro no son proprio andà", pluripregiudicato di Muggia ai domicilari

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

  • Roma boccia l'abbattimento della Tripcovich, Dipiazza su tutte le furie: "Oggi me ne andrei dall'Italia"

Torna su
TriestePrima è in caricamento