Whatsapp dal luogo dell'omicidio, il Questore: "Distanza tra audio e ciò che è a mia conoscenza"

Nel tentativo di ricostruzione del gravissimo fatto di cronaca gli audio pubblicati hanno rappresentato parziale testimonianza dei fatti avvenuti all'interno dell'edificio. Giuseppe Petronzi: "Sono certo che la magistratura farà questo tipo di accertamenti" 

La sparatoria, il panico e alcuni messaggi vocali che da dentro la Questura e dopo essere stati inviati presumibilmente a gruppi Whatsapp hanno fatto il giro di molti smartphone fino a venir pubblicati da diverse testate. Uno degli elementi che ha contraddistinto la narrazione giornalistica dell'omicidio di Matteo Demenego e Pierluigi Rotta, i due agenti di polizia uccisi venerdì 4 ottobre a Trieste, è stato quello riferito agli audio in cui si sente il racconto in prima persona di una donna (presumibilmente una agente) che si trova all'interno della Questura di Trieste. 

Fin dai momenti immediatamente successivi alla tragedia, nel tentativo di ricostruzione del gravissimo fatto di cronaca da parte della stampa - in assenza pressoché totale di comunicazione dettagliata da parte dei vertici della Questura triestina almeno fino a poco prima delle due di notte - gli audio pubblicati hanno rappresentato testimonianza dei fatti avvenuti all'interno dell'edificio. 

La commozione di 7000 persone, il saluto di Trieste ai due agenti 

Da parte della stampa sono però emersi alcuni dubbi - legati forse anche alla drammaticità degli eventi e all'emotività provocata dal grave episodio -  che hanno richiesto una specifica domanda, rivolta da Trieste Prima a Giuseppe Petronzi, Questore del capoluogo regionale del Friuli Venezia Giulia. "Durante la giornata (4 ottobre) sono fuoriusciti alcuni audio dalla Questura. Quanto di quello che c'è all'interno degli audio - ha chiesto il giornalista Nicolò Giraldi - corrisponde poi alla ricostruzione dei fatti?".  

"Per quello che mi consta - ha risposto Petronzi - mi sento di dire che c'è una distanza tra i contenuti di questi audio e ciò che è a mia conoscenza. Mi auguro che siano sottoposti ad un vaglio più approfondito e sono certo che la magistratura farà questo tipo di accertamenti". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fondo milanese si "disfa" delle sue proprietà, venduti 1300 metri quadrati alle Torri

  • ​Impermeabilizzazioni edili, come rendere il terrazzo sicuro e resistente senza spendere troppo

  • Cade in acqua con la gamba fratturata: salvato "per miracolo" in porto

  • Auto con 5 persone si cappotta a Santa Croce: tre minori al Burlo

  • “Era il ‘Bronx’, oggi è un gioiello” l'evoluzione di borgo San Sergio per i residenti (FOTO)

  • Manovra 2020: Imu e Tasi, ecco cosa cambia

Torna su
TriestePrima è in caricamento