Droga nascosta in un doppio fondo, maxi sequestro in porto

La sostanza stupefacente, destinata con molta probabilità a rifornire il mercato delle grandi città, avrebbe potuto portare ad un illecito ricavo di oltre 150.000,00 euro

I militari della Guardia di Finanza, che operano presso il porto giuliano, hanno sequestrato un rilevante carico di marijuana nascosto all’interno di un “doppio fondo” trovato a bordo di una vettura albanese proveniente dalla Grecia, appena sbarcata presso il terminal passeggeri dell’ormeggio 57 del Porto di Trieste.

L’automobile albanese è stata fermata per essere sottoposta a controllo.  14315558_10210628880342062_1711888055_o-2

Il conducente, K.L. albanese di 26 anni, ha riferito verbalmente che stava venendo in Italia per sottoporsi ad accertamenti medici da un fantomatico specialista, il cui nome non risultava presente nemmeno sulla rete web, senza, peraltro, portare al seguito alcuna cartella, referto o medicinali.

Durante l’ispezione, condotta con il prezioso ausilio di Acab, uno dei più esperti cani antidroga in forza alle Fiamme Gialle triestine, i militari hanno rilevato il particolare interessamento del collega a quattro zampe che ha fiutato qualcosa di sospetto in prossimità del sedile posteriore del mezzo.
Continuando nella perquisizione, il successivo e più attento esame ha consentito di rilevare che il mezzo celava un “doppio fondo”, chiuso con un portello comandato elettricamente, che si sviluppava per tutta l’estensione dello schienale del divano posteriore

14339985_10210628879902051_746401476_o-2I Finanzieri hanno scoperto che, all’interno del vano occulto, erano nascosti ben 21 involucri ricoperti di cellophane ove, sotto uno strato di polvere di caffè utilizzato per tentare di camuffare le tracce olfattive, era contenuto un quantitativo di marijuana complessivamente pari a 13,423 kg. che veniva sottoposto a sequestro.
 
I Finanzieri procedevano altresì all’arresto del cittadino albanese che è stato tradotto presso il Coroneo. 

La sostanza stupefacente, destinata con molta probabilità a rifornire il mercato delle grandi città, avrebbe potuto portare ad un illecito ricavo di oltre 150.000,00 euro.
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Volete vedere come si fa il traffico di droga a Trieste? Basta solo sederci sul Molo Bersaglieri e Molo Audace una sera. L'ho visto tante volte. I consumatori, ragazzi ed anche uomini maturi, arrivano ai gruppi dei pakistani chiedendo la droga. Loro, i pakistani, sono seduti in gruppi, poi arriva il consumatore e chiede, a tutti i gruppi, uno per uno. Quando raggiunge l'ultimo, uno dei ragazzi dei gruppi primi s'alza e cammina a trovare al consumatore, lo tocca o fa una segnale, e loro vanno insieme a dove si fa la vendita. Ho visto anche una volta, due ragazzi ventenne camminando dal Molo Audace con un pakistano in direzione al Gran Canal. I due ragazzi hanno continuato camminando mentre il pakistano s'è fermato in una di queste piccole scale di ferro per scendere al mare e trovare la barca. Lì, lui ha nascosto qualcosa sulle tube e s'è andato via, poi i ragazzi sono arrivati a prendere quello che l'altro ha lasciato lì. Prima di tutto, io non sono per niente razzista perche anche io sono straniero, queste sono storie vere che ho visto quasi tutti giorni quando faccio un giretto in città.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Crociere, Bucci: «Tornano le grandi navi a Trieste»

  • Cronaca

    Dipiazza contrario al raduno neofascista del 3 novembre

  • Politica

    Camber (FI): "Al Garante il compito di difensore civico"

  • Eventi

    Dallo Studio Wulz a Foto Pozzar: l'omaggio a Trieste dei grandi fotografi triestini

I più letti della settimana

  • Legionellosi, 2 casi a Trieste: come proteggersi

  • Atti osceni nel Giardino Basevi: denunciati due uomini

  • Triestina-Vis Pesaro 2 a 0 | Le pagelle: Beccaro il migliore, Coletti fa fatica

  • Alberto Angela a Miramare per una puntata di Ulisse

  • Spavento a Valmaura, tir si incendia per un guasto

  • Pedone investito da pirata della strada, trasportato a Cattinara

Torna su
TriestePrima è in caricamento