Anziana truffata a Borgo, ma la coinquilina si accorge dell'inganno e chiama la Polizia

L'uomo è stato identificato e denunciato: aveva finto di essere un rappresentante della Folletto vendendo dei pezzi di ricambio alla donna per 60 euro

La Polizia di Stato di Trieste, grazie alle indicazioni di un cittadino, che ha seguito i semplici consigli pubblicizzati dalla campagna anti truffa “Non siete soli #chiamateci sempre” ha denunciato, a Borgo San Sergio, un uomo per truffa.

Il malvivente, residente a Monfalcone, aveva da poco raggirato un’anziana fingendosi un rappresentante di aspirapolveri Folletto. L'uomo ha onvinto la donna e si è fatto ospitare all’interno dell’abitazione promettendo la sostituzione di alcune parti dell’elettrodomestico per la modica cifra di 60 euro. Dopo aver ricevuto la somma in denaro si è allontanato cercando di far perdere le sue tracce.

Nel frattempo, una coinquilina che aveva assistito al fatto, sospettando che si stesse consumando una truffa, ha chiamato il 113 denunciando l’accaduto e fornendo un’accurata descrizione del truffatore. L’immediato intervento delle Volanti ha permesso di fermarlo poco lontano con ancora le banconote in tasca.

L’uomo è stato denunciato, mentre l’anziana donna è ritornata in possesso del denaro che le era stato sottratto con il raggiro.

Potrebbe interessarti

  • I benefici del latte di mandorla. Gli usi, le proprietà e le controindicazioni

  • Cucina di mare a Trieste, dove e perché mangiare pesce

  • Manutenzione forno, ecco 4 rimedi eco-friendly per una massima igiene

  • Come lucidare l'argento, ecco 6 rimedi naturali super efficaci

I più letti della settimana

  • Trovato morto il terzo disperso nel crollo della palazzina a Gorizia (FOTO)

  • Pugni e calci in via Machiavelli: due feriti a Cattinara

  • I benefici del latte di mandorla. Gli usi, le proprietà e le controindicazioni

  • Rintracciati 40 migranti a Gorizia, SAP: "Bene minaccia sospensione Schengen"

  • Trieste Trasporti, dal 1 luglio attivi i bus a chiamata

  • A torso nudo con cappello da cowboy molesta le passanti

Torna su
TriestePrima è in caricamento