Turismo: 700mila euro dalla Regione per sviluppare l'attrattività di Grado e Lignano

Con il nuovo regolamento, si punta a sviluppare l'attrattività turistica di Grado e Lignano Sabbiadoro, considerate località che realizzano i maggiori flussi turistici in regione

La Giunta regionale ha approvato, su proposta del vicepresidente e assessore alle Attività produttive, Turismo e Cooperazione del Friuli Venezia Giulia, Sergio Bolzonello, il regolamento che determina i criteri e le modalità per il sostegno del consolidamento dell'attrattività turistica di Grado e Lignano Sabbiadoro così come previsto dalla legge regionale 21/ 2016 (Disciplina delle politiche regionali nel settore del turismo e dell'attrattività del territorio regionale, nonché modifiche a leggi regionali in materia di turismo e attività produttive).

Nella normativa, in particolare nell'articolo 62, sono sostenute iniziative e programmi per il rafforzamento dell'attrattività turistica di Grado e Lignano Sabbiadoro, considerate località che realizzano i maggiori flussi turistici in regione.

Le risorse finanziarie previste per il 2017 ammontano a 700.000 euro e sono trasferite ai due Comuni per iniziative di sviluppo e animazione delle attività economiche connesse al settore turistico.

Il regolamento disciplina le modalità e i criteri di concessione degli interventi, fissando al 28 febbraio di ogni anno, la data di presentazione delle istanze di contributo riferite all'attività programmata nello stesso anno. Le voci di spesa ammesse ai contributi riguardano l'ideazione e produzione di veicoli informativi, gadget e altri materiali promozionali dell'iniziativa, la promozione sui media, i compensi per attività artistiche, scientifiche, culturali, di comunicazione e sportive oltre che per forniture di beni e servizi. Rientrano nell'elenco anche i rimborsi spese a collaboratori, le spese di segreteria organizzativa e assistenza, l'ospitalità, il noleggio strutture e attrezzature e i trasporti.

I contributi possono essere erogati, in via anticipata, entro la misura massima percentuale del 70 per cento. Le risorse per ciascun anno sono determinate dalla Giunta regionale nei limiti dello stanziamento annuale previsto dal bilancio regionale, infine, per le domande di contributo relative al 2017, le richieste vanno presentate entro 30 giorni dalla data di entrata in vigore del regolamento che, approvato oggi, dovrà essere emanato con decreto del presidente della Regione e pubblicato sul Bollettino ufficiale della Regione (Bur). L'entrata in vigore e quindi il termine di decorrenza dei 30 giorni per la presentazione delle domande è costituito dal giorno successivo alla pubblicazione sul bollettino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Non trovo personale che venga a lavorare", anche a Trieste imprenditori in crisi

  • Rive, scampata tragedia nella notte: finisce in mare con la 500 e si salva da sola

  • Rivalutazione pensioni 2020, al via l'aumento degli importi

  • Far west in strada per Opicina, fugge all'alcoltest e aggredisce un carabiniere: arrestato

  • Colpisce due auto e si cappotta: un ferito a Cattinara

  • Nuovi concorsi in Comune: aperti 8 posti a tempo indeterminato

Torna su
TriestePrima è in caricamento