Ubriaco al volante: trentunenne causa un incidente e scappa

Il conducente dell'altro veicolo lo ha seguito, nonostante i danni subiti all'auto, riuscendo a fermarlo nella zona di Ponziana

Continuano purtroppo gli incidenti con fuga i cui autori continuano ad essere “pizzicati”: ricordiamo che in caso di incidente stradale è obbligatorio fermarsi, prestare soccorso se ci sono feriti e fornire i dati utili ai fini assicurativi alla controparte.
Qualche sera fa, erano passate le 23 quando una Renault Megane Scenic salendo la via del Rivo ometteva di dare precedenza scontrandosi con un Nissan Patrol proveniente da destra (via S. Giacomo in Monte).
Il conducente della Renault si allontanava dal luogo del sinistro nel tentativo di far perdere le proprie tracce ma il conducente dell'altro veicolo, seppur con la parte anteriore danneggiata, lo seguiva riuscendo a fermarlo in via Gramsci, nella zona di Ponziana.
Gli operatori della Polizia Locale arrivati immediatamente sul posto notavano che il conducente della Renault era in evidente stato di ebbrezza; l'uomo una volta identificato S. V. le sue iniziali di 31 anni veniva sottoposto ai controlli con un pretest e con l'etilometro che davano esito positivo con valori di 3,24 g/l (Art. 186 del Codice della Strada: guida sotto l'influenza dell'alcool: il tasso minimo di legge è 0,5 g/l. ): sei volte il minimo consentito.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come in tutti questi casi, le conseguenze sono gravi: un processo penale con spese annesse, ritiro della patente finalizzata alla revoca successiva, sequestro e successiva confisca del veicolo (Art. 186 c2bis del Codice della Strada: Se il conducente in stato di ebbrezza provoca un incidente stradale, le sanzioni di cui al comma 2 del presente articolo e al comma 3 dell'articolo 186-bis sono raddoppiate ed e' disposto il fermo amministrativo del veicolo per centottanta giorni, salvo che il veicolo appartenga a persona estranea all'illecito. Qualora per il conducente che provochi un incidente stradale sia stato accertato un valore corrispondente ad un tasso alcolemico superiore a 1,5 grammi per litro (g/1), fatto salvo quanto previsto dal quinto e sesto periodo della lettera c) del comma 2 del presente articolo, la patente di guida e' sempre revocata ai sensi del capo II, sezione II, del titolo VI. E' fatta salva in ogni caso l'applicazione dell'articolo 222).
Oltre alla guida in stato d'ebbrezza all'uomo sono stati notificati verbali per mancata precedenza (Art. 145 del Codice della Strada: mancata precedenza) e per non essersi fermato sul luogo dell'incidente e non aver lasciato i propri dati alle controparte (Art 189 Codice della Strada: Comportamento in caso di incidente).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violenta esplosione in zona Campanelle, gravissimi due giovani

  • Terrore a Barcola: spari in pineta, è caccia all'uomo

  • Morto a soli 27 anni Nicola Biase, tenente dell'Esercito in servizio a Trieste

  • Sparatoria con inseguimento a Barcola, arrestato a Grignano

  • Sparatoria ed inseguimento a Barcola, sullo sfondo una storia di droga

  • Tragedia a Sella Nevea: donna 55enne muore dopo un volo di 50 metri, abitava a Trieste

Torna su
TriestePrima è in caricamento