Rampini (FI): "Uffici postali di Prosecco e Santa Croce ancora inaccessibili a disabili"

“La disponibilità di Poste Italiane a confrontarsi e l’importante intervento della CDT della CRIBA FVG sono un passo in avanti per facilitare la vita delle persone con disabilità e delle loro famiglie”

"I disabili e le persone con difficoltà motorie non possono tuttora accedere agli uffici postali di Prosecco e Santa Croce" lo segnala il consigliere della prima circoscrizione (altopiano ovest) Aldo Rampini, che sta proseguendo la sua iniziativa di segnalazione e sensibilizzazione dell’ufficio tecnico di Poste Italiane e delle istituzioni al fine di rimuovere le barriere architettoniche che impediscono l’accesso delle persone con disabilità o con difficoltà motorie a questi uffici. 

"Un contributo fondamentale - spiega il consigliere di Forza Italia-, anche in questo caso, è giunto dal Terzo Settore. Infatti, a seguito dell’ulteriore segnalazione dello scorso luglio la Consulta Territoriale delle Associazioni delle Persone con Disabilità e delle loro famiglie della provincia di Trieste ONLUS (CTD) si è attivata direttamente con poste italiane.

Coinvolto il CRIBA FVG

Rampini ha evidenziato che “è stato quindi avviato un dialogo per risolvere la problematica irta di questioni tecnico-giuridiche. Inoltre, il referente del centro regionale per l’informazione sulle barriere architettoniche CRIBA FVG, in sopralluogo svolto il 13 settembre, ha verificato gli impedimenti relativi all’accesso delle persone con disabilità all’interno dell’uffici postali di Prosecco e Santa Croce. Per rendere finalmente e universalmente accessibili questi uffici postali sono, inoltre, auspicabili degli interventi specifici volti all’effettiva fruibilità di appositi percorsi di accesso agli edifici in questione partendo dalla viabilità stradale, attraverso la sistemazione delle aree esterne e la posizione delle necessaria segnaletica".

Il dialogo tra le parti

"Per ora - osserva Rampini -, sia a prosecco che a Santa Croce, chi non può affrontare da solo i vari ostacoli rappresentati da dislivelli, gradini, ghiaia e l’assenza di marciapiedi livellati al manto stradale, ha a disposizione soltanto un campanello di chiamata, altrettanto difficile da raggiungere nonché sprovvisto di pensiline al balzo per proteggere l’utente dalle intemperie“. “La disponibilità di Poste Italiane a confrontarsi e l’importante intervento della CDT della CRIBA FVG-conclude il consigliere forzista-sono un passo in avanti per facilitare la vita delle persone con disabilità e delle loro famiglie”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tuiach porta in tribunale Parisi ma perde la causa

  • Sara Gama corregge giornalista di Sky: "Trieste è in Venezia Giulia"

  • Natale, come arredare l'appartamento con stile ed eleganza

  • Brutto incidente in superstrada, due persone a Cattinara

  • Brutto incidente in via Costalunga, un ferito

  • Uccise Nadia Orlando: si suicida dopo la condanna a 30 anni

Torna su
TriestePrima è in caricamento