Unicredit launch pad, la start up triestina Picosats vince la prima edizione

L'impresa presentata da Area Science Park tra le selezionate del programma di accelerazione per le nuove realtà innovative del Nord Est

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

Si è conclusa la scorsa settimana, con la riunione della commissione giudicante composta da autorevoli protagonisti del mondo dell’innovazione del Nord Est, la prima edizione di UniCredit Launch Pad, il programma di accelerazione di UniCredit dedicato a nuove realtà imprenditoriali ad alto potenziale provenienti da Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige e Veneto. Tra i vincitori, individuati all’interno di una platea di start up proposte dai principali operatori del mondo dell’innovazione a Nord Est (università, incubatori, acceleratori d’impresa), anche una realtà triestina presentata da Area Science Park: PICOSATS.

PICOSATS si aggiudica così il diritto di accedere a specifici servizi del programma di accelerazione della banca che prevede l'assegnazione di un gestore UniCredit dedicato al supporto alla crescita, attività formative, tra cui la Startup Academy, un programma di mentorship dedicato, la partecipazione a un Investor Day e, infine, la possibilità di partecipare a “Business Meetings” con imprese clienti di UniCredit per partnership industriali, tecnologiche, commerciali, strategiche e collaborazioni a vario livello.

Francesco Iannella, Regional Manager Nord Est di UniCredit, dichiara: “Questa nuova iniziativa prende le mosse da UniCredit Start Lab, il programma che negli ultimi 5 anni ci ha portato ad analizzare più di 5mila progetti imprenditoriali di nuova generazione e ad accompagnare 300 start up verso percorsi di crescita, raggiungendo in Italia una quota di mercato pari al 20% tra le start up e le PMI innovative. Con UniCredit Launch Pad intendiamo, da un lato, valorizzare un territorio, il Nord Est, decisamente fertile per quell’innovazione “dal basso” di cui protagoniste principali sono le start up; dall’altro miriamo a creare nuove forme di collaborazione con soggetti, come le Università e gli Incubatori coinvolti, di provata affidabilità nell’intercettare idee innovative dall’elevato potenziale”. Maurizio Caradonna, Business Development Manager Innovation Factory, l’incubatore certificato di Area Science Park, sottolinea: “Siamo molto contenti che un’idea imprenditoriale nata grazie ad Area Science Park e supportata dal nostro incubatore Innovation Factory sia stata scelta all’interno del programma Launch Pad, un programma partito da un “brainstorming” fra le persone che seguono all’interno di Area la creazione e lo sviluppo di start up e i responsabili di UniCredit Start Lab. Siamo convinti che questo approccio possa essere di grande utilità per valorizzare al meglio le innovazioni ad alto potenziale di sviluppo”

Fondata nel 2014, spin-off dell’Università di Trieste, PICOSATS prende le mosse da ‘AtmoCube’, un progetto finalizzato alla realizzazione del primo nano-satellite in quel di Trieste. Il progetto a cui sta lavorando ora la start up triestina è ‘Radiosat’, un ricetrasmettitore miniaturizzato progettato per CubeSat e per piccoli satelliti con il supporto dell'Agenzia Spaziale Europea e dell’Agenzia Spaziale Italiana. Radiosat è uno strumento dalle elevate potenzialità che permette di connettere le persone e sostenere le crescenti necessità di velocità di trasmissione ad alta risoluzione. “I soci fondatori di PICOSATS sono Anna Gregorio (CEO), Mario Fragiacomo (R&D departmentT, technical advisor), Alessandro Cuttin, Mauro Messerotti.”

Torna su
TriestePrima è in caricamento