All'Università popolare di Trieste 730mila euro di finanziamento dalla Regione

La Regione Friuli Venezia Giulia ha erogato all'Università Popolare di Trieste 730.000 euro di acconto di finanziamento, per una cifrà totale di 800mila euro

Sono stati erogati all'Università Popolare di Trieste dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia 730.000 euro di acconto sul finanziamento regionale (per complessivi 800.000 euro) a valere della legge ex 79 del 1978, attuale 16 del 2014, che è stata introdotta con efficacia da gennaio 2016.

Il limitato ritardo nell'erogazione del contributo - ha affermato con grande soddisfazione e mal celato sollievo il presidente dell'Ente morale Fabrizio Somma - dovuto alle procedure amministrative all'insegna della trasparenza e alle nuove regolamentazioni in materia di erogazione dell'incentivo, decretata dalla Regione lo scorso maggio 2016 - è stato affrontato dall'Università Popolare di Trieste con la necessaria efficienza, consentendo di fatto alla struttura di operare e di garantire, già dai prossimi giorni, le risorse previste per la tutela della lingua e della cultura italiana nei Paesi della ex-Jugoslavia.

Un compito affidato all'Ente dall'assessorato alla Cultura della Regione Friuli Venezia Giulia, che si affianca al Ministero degli Affari Esteri nell'importante ruolo per il sostegno al funzionamento e allo sviluppo del patrimonio culturale e linguistico attraverso le le attività dei soggetti rappresentativi del gruppo etnico italiano dei Paesi nell'area di riferimento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riccardo Scamarcio in piazza Unità: battibecco con Telequattro e poi le scuse

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

  • Atti osceni in luogo pubblico in corso Saba: nei guai 58enne

Torna su
TriestePrima è in caricamento