Università di Trieste ancora protagonista, due prestigiosi riconoscimenti internazionali ai docenti

Al Professor Massimo Bovenzi l’edizione 2015 del premio internazionale William Taylor Award per i suoi studi scientifici sugli effetti delle vibrazioni meccaniche sull’essere umano mentre il Prof. Mauro Bussani chiamato nel Comitato editoriale dell’American Journal of Comparative Law

Il Professor Bovenzi (Ordinario di Medicina del Lavoro del DSMCS dell’Università di Trieste) è stato insignito del premio dall’International Advisory Committee on Hand-Arm Vibration nel corso della 13ma Conferenza Internazionale svoltasi a Pechino dal 13 al 16 Ottobre 2015 con le seguenti motivazioni: 
The 2015 William Taylor Award is presented to Professor Massimo Bovenzi (Professor and Director, Clinical Unit of Occupational Medicine, Department of Medical Sciences, University of Trieste, Italy) for his significant contributions in advancing understanding of both the causes and the diagnosis of the various effects of hand-transmitted vibration. Professor Bovenzi has been a leading expert on the hand-arm vibration syndrome for the past 35 years. His epidemiological studies among various occupations have set the standard for investigating disorders caused by hand-transmitted vibration. His contributions have been wide-ranging and comprehensive, and the excellence of his work is acknowledged internationally”.

Inoltre, all’esito di una selezione su scala mondiale, gli Editors-in-Chief della prestigiosa rivista americana ‘The American Journal of Comparative Law’ hanno nominato il prof. Mauro Bussani(Ordinario di Diritto comparato presso lo IUSLIT dell’Università di Trieste) quale membro dell’Executive Editorial Board.

L’American Journal of Comparative Law è la pubblicazione quadrimestrale dell’associazione di diritto comparato più autorevole su scala mondiale, l’‘American Society of Comparative Law’, ed è attualmente gestita dalle Facoltà di diritto della Georgetown University (Washington, D.C., U.S.A.) e della McGill University (Montreal, Québec). Fondata nel 1952, la rivista è una delle pochissime pubblicazioni giuridiche indicizzate su Scopus e sul ‘Social Sciences Citation Index’ (SSCI) di ISI Web of Science, e figura al primo posto fra i giornali di taglio comparatistico nel ranking ‘Top Publications – International Law’ di Google Scholar. Meno del 6% degli articoli inviati alla rivista si qualificano per essere pubblicati.
 
La partecipazione del professor Bussani all’Executive Editorial Board della rivista conferma e rafforza il prestigio della Cattedra di Diritto Comparato e dell’Università di Trieste agli occhi della comunità accademica internazionale.

Potrebbe interessarti

  • I benefici del latte di mandorla. Gli usi, le proprietà e le controindicazioni

  • Cucina di mare a Trieste, dove e perché mangiare pesce

  • Manutenzione forno, ecco 4 rimedi eco-friendly per una massima igiene

  • Piante grasse, ecco 5 motivi per cui averle in casa fa bene alla salute

I più letti della settimana

  • Autorizzata la caccia con fonti luminose ai cinghiali

  • Trieste Trasporti, dal 1 luglio attivi i bus a chiamata

  • I benefici del latte di mandorla. Gli usi, le proprietà e le controindicazioni

  • Rintracciati 40 migranti a Gorizia, SAP: "Bene minaccia sospensione Schengen"

  • A torso nudo con cappello da cowboy molesta le passanti

  • Perde il controllo dell'auto e finisce fuori strada: due persone all'ospedale

Torna su
TriestePrima è in caricamento