Ostreopsis, l'alga tossica dei bagnanti (VIDEO/FOTO)

Microalga tossica del Mediterraneo, l'Ostreopsis è stata studiata dal team della Professoressa Aurelia Tubaro dell'Università di Trieste, in collaborazione con vari gruppi di eccellenza di diverse Università Italiane e l'Istituto Superiore di Sanità

Foto di repertorio

Lo studio su questa microalga Ostreopsis, che non è presente in questi giorni nelle nostre acque, è stato condotto dal team della Professoressa Aurelia Tubaro del Dipartimento di Scienze della Vita dell'Università di Trieste, in collaborazione con vari gruppi di eccellenza di diverse Università Italiane e l’Istituto Superiore di Sanità, in cui il Team di Scienze della Vita coordina la parte tossicologica.

In particolare, la professoressa Tubaro è dirigente per il Gruppo delle Palitossine della Presidential Task Force of Marine and Freshwater Algal Toxins dell’AOAC (Association of Official Analytical Chemists), è membro del Consiglio dell’International Society for the Study of Harmful Algae (ISSHA), dell’Editorial Board della rivista Toxicon (Elsevier) e di altre riviste scientifiche.

Ostreopsis ovata, un’alga tossica che negli ultimi anni è presente anche sulle coste del Mediterraneo. Questa microalga è in grado di produrre l’ovatossina, sostanza tossica per molti organismi marini e responsabile di numerosi effetti avversi riscontrati tra i bagnanti. L’inalazione di aerosol contenente frammenti di cellule algali e/o palitossine può infatti provocare disturbi respiratori, febbre superiore a 38° C, congiuntivi, mal di gola e dermatiti. Effetti avversi in seguito all’ingestione di prodotti ittici contaminati da ovatossina-a non sono stati registrati, a differenza invece della ciguatossina, prodotta da Gambierdiscus toxicus, che ha provocato diversi casi di intossicazione alimentare.

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Allegati

Potrebbe interessarti

  • Dieta low carb, eliminare o sostituire i carboidrati nella nostra alimentazione?

  • Cucina di mare a Trieste, dove e perché mangiare pesce

  • Lenti a contatto, le cattive abitudini che danneggiano la salute dei nostri occhi

  • Rinnovo patente b, procedure e documenti necessari

I più letti della settimana

  • Squalo Mako di 4 metri avvistato in Croazia

  • Statua di D'Annunzio, Corona si schiera con Dipiazza: "Lascia perdere il Pd"

  • Schianto contro il guardrail nella notte, morto un motociclista

  • Squalo nell'Adriatico, parla l'esperto: come non finire nelle fauci di un Mako

  • Trieste-Lussinpiccolo in aliscafo: dal 29 giugno al via i collegamenti

  • Blitz dei NAS nella pizzeria La Caprese, multe per oltre 7000 euro

Torna su
TriestePrima è in caricamento