Vaccini: 1000 famiglie contattano il Codacons per opporsi al nuovo decreto legge

Brandi: «Nei nuovi obblighi vaccinali Trieste sarà avvantaggiata perché ha giocato con un anticipo di sei mesi»

Oltre 1000 famiglie in Friuli Venezia Giulia hanno contattato il Codacons per chiarimenti sul nuovo decreto legge che prevede, a livello nazionale, l'obbligo di 12 vaccini per l'iscrizione a nidi e materne. Lo rivela Rai Fvg in un servizio riportando le dichiarazioni di Luigi Chiarla, presidente di Codacons Udine e Pordenone che, ha rivelato, ha ricevuto un altissimo numero di chiamate, soprattutto da Codroipo. Qui, oltre alla legge nazionale, a far discutere la vaccinazione di massa disposta dall'Azienda sanitaria dopo il caso delle presunte finte vaccinazioni (a opera di un'infermiera trevigiana).

«Faremo ricorso al Tar e invitiamo all'obiezione di coscienza genitori e medici» è il commento che arriva da Carlo Rienzi, presidente del Codacons nazionale. Quanti sono i bambini che dovranno sottoporsi alla procedura per essere iscritti a scuola, è ancora difficile da stabilire perché i casi sono variegati, come spiega l'assessore regionale Maria Sandra Telesca. In ogni caso la Regione rinforzerà le risorse da destinare al piano vaccinale, e Trieste sarà avvantaggiata perché ha giocato con un anticipo di sei mesi, come commenta l'assessore comunale Angela Brandi. La città è stata la prima, lo scorso novembre, a imporre la vaccinazione obbligatoria per l'iscrizione a nidi e materne, ora le graduatorie sono quasi pronte e i genitori hanno già dovuto presentare il cartellino vaccinale. Per il resto della regione il controllo spetterà alle scuole statali e private.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    In arrivo la neve, tutti i punti dove ritirare il sale

  • Cronaca

    L'Hangar Teatri rinasce, presentato il programma

  • Cronaca

    Crisi Principe, la Giunta fa propria la mozione urgente del PD

  • Cronaca

    Bufere di neve e vento a 150 km/h, la spedizione triestina in Patagonia non molla

I più letti della settimana

  • Le cinque pizzerie più amate dai triestini

  • La prima neve sul Carso (FOTO)

  • Investita da un autobus sulle rive: è grave

  • Lo chef Cannavacciuolo a Muggia per "Cucine da incubo"

  • Guida ubriaco e si schianta contro auto dei Carabinieri

  • Violenta una 20enne a Verona, era stato minacciato con una katana a Trieste

Torna su
TriestePrima è in caricamento