Danno ambientale Val Rosandra: annullata condanna Ciriani

L'avvocato Belletti: «Siamo contenti, è la fine di un incubo durato sei anni»

La Corte di Cassazione ha annullato la sentenza della Corte d'Appello che aveva condannato a sei mesi e 18.000 euro di ammenda l'ex vicepresidente della regione Fvg Luca Ciriani, processato per un presuto danno ambientale legato ai lavori di disboscamento in Val Rosandra. A renderlo noto è l'avvocato Belletti. «Siamo contenti- ha dichiarato- è la fine di un incubo durato sei anni. La sentenza d'appello era ingiusta soprattutto per ragione procedurali e la cassazione ci ha dato ragione».

Come dichiarato da Telequattro, la decisione in secondo grado aveva ribaltato la sentenza di assoluzione emessa dal Tribunale di Trieste nei confronti non solo di Ciriani ma anche dell'ex capo della Protezione Civile regionale Gulielmo Berlasso e di due funzionari. La vicenda riguardava i lavori eseguiti a marzo 2012 ed erano stati imputati per presuta distruzione di un habitat protetto.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in moto a Prebenico, morto giovane di 38 anni

  • Tragico incidente in autostrada, morta bimba di quattro mesi

  • Grave trauma cranico dopo una "lite" tra ragazzi: 22enne in prognosi riservata

  • Muore a 38 anni dopo una caduta con la moto, Dolina piange Devan Santi

  • Scomparso in Istria un triestino di 58 anni

  • Frecce Tricolori: lunedì il volo su Trieste

Torna su
TriestePrima è in caricamento