Danno ambientale Val Rosandra: annullata condanna Ciriani

L'avvocato Belletti: «Siamo contenti, è la fine di un incubo durato sei anni»

La Corte di Cassazione ha annullato la sentenza della Corte d'Appello che aveva condannato a sei mesi e 18.000 euro di ammenda l'ex vicepresidente della regione Fvg Luca Ciriani, processato per un presuto danno ambientale legato ai lavori di disboscamento in Val Rosandra. A renderlo noto è l'avvocato Belletti. «Siamo contenti- ha dichiarato- è la fine di un incubo durato sei anni. La sentenza d'appello era ingiusta soprattutto per ragione procedurali e la cassazione ci ha dato ragione».

Come dichiarato da Telequattro, la decisione in secondo grado aveva ribaltato la sentenza di assoluzione emessa dal Tribunale di Trieste nei confronti non solo di Ciriani ma anche dell'ex capo della Protezione Civile regionale Gulielmo Berlasso e di due funzionari. La vicenda riguardava i lavori eseguiti a marzo 2012 ed erano stati imputati per presuta distruzione di un habitat protetto.

Potrebbe interessarti

  • I benefici del latte di mandorla. Gli usi, le proprietà e le controindicazioni

  • Cucina di mare a Trieste, dove e perché mangiare pesce

  • Manutenzione forno, ecco 4 rimedi eco-friendly per una massima igiene

  • Piante grasse, ecco 5 motivi per cui averle in casa fa bene alla salute

I più letti della settimana

  • Trovato morto il terzo disperso nel crollo della palazzina a Gorizia (FOTO)

  • Trieste Trasporti, dal 1 luglio attivi i bus a chiamata

  • I benefici del latte di mandorla. Gli usi, le proprietà e le controindicazioni

  • Rintracciati 40 migranti a Gorizia, SAP: "Bene minaccia sospensione Schengen"

  • A torso nudo con cappello da cowboy molesta le passanti

  • Non vuole pagare il biglietto del bus e ferisce due agenti Italpol

Torna su
TriestePrima è in caricamento