Furti e movimenti "sospetti" in via Pindemonte, la testimonianza del fotoreporter

Lorenzo Taccardi ha "denunciato" il fatto verificatosi qualche giorno fa nella zona alle pendici di Bosco Farneto. "Avevano un borsone pesante che portavano in due. Forse sono andati a farsi una bevuta, anche se poteva trattarsi tranquillamente di refurtiva"

Alcuni furti e movimenti sospetti. Questo è l'oggetto della segnalazione fatta da Lorenzo Taccardi, fotoreporter triestino, per quanto riguarda una zona nota del rione di San Giovanni, quella in via Pindemonte alla base del bosco Farneto. 

I fatti 

Lorenzo era presente alcuni giorni fa quando alcuni giovani si sono inerpicati lungo un punto impervio del bosco Farneto, intenti a portare alcuni borsoni pesanti con loro. Vicino al punto dove Lorenzo avrebbe osservato la scena, qualche giorno dopo sono comparsi vestiti e delle borse, con all'interno alcune foto di un matrimonio.

 La testimonianza

"Il primo episodio - racconta Lorenzo - si è ripetuto qualche tempo dopo". "Conosco perfettamente tutto il Farneto e anche chi lo frequenta abitualmente. Forse quelle persone avevano nella borsa alcune birre e si sono fatti una bevuta, anche se può essere che nascondessero della refurtiva, visto che portavano in due una borsa da palestra, quindi penso fosse roba pesante all'interno" afferma Lorenzo. 

La zona 

I furti sarebbero avvenuti nelle case vicine. "Hanno rubato anche dentro alle automobili. Mi hanno raccontato che ad una persona hanno portato il subwoofer dalla macchina". La zona all'apparenza è un'area tranquilla, con molte persone che scelgono di andare a correre o passeggiare lungo i sentieri del bosco Farneto. A pochi passi da qui c'è la scuola Codermatz e la caserma del Nucleo della Tributaria della Guardia di Finanza, oltre che il centro commerciale Il Giulia. Niente di strano, una zona dove i residenti non hanno mai avuto grandi disagi

La "denuncia"

Lorenzo ha segnalato i fatti alla Polizia che ha effettuato un sopralluogo nella zona. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Dito medio e "dentro no son proprio andà", pluripregiudicato di Muggia ai domicilari

  • Roma boccia l'abbattimento della Tripcovich, Dipiazza su tutte le furie: "Oggi me ne andrei dall'Italia"

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

Torna su
TriestePrima è in caricamento