"Nessuno rispetta la zona pedonale", il malumore dei bar di via Torrebianca

Il tratto compreso tra via San Lazzaro e via della Zonta è pedonale ma secondo i titolari delle diverse attività commerciali, "la zona è un continuo viavài di macchine e motorini". Il vicesindaco Polidori: "Farò un sopralluogo nei prossimi giorni"

La pedonalizzazione del primo tratto di via Torrebianca è un lavoro che risale a qualche anno fa. Un progetto ambizioso e vicino, per caratteristiche, alle più famose modifiche realizzate in centro città da oltre vent’anni. Via Torrebianca sulle carte è pedonale, ma di fatto, secondo i commercianti della zona non lo è.

Le lamentele di chi lavora in zona

“Passano macchine praticamente di continuo – afferma Lorenzo Fragiacomo, titolare del caffè Miti – e a volte anche a velocità sostenute. La Polizia Locale si vede ma non è che possono passare tutto il giorno a controllare”. L’infrazione non sta solamente nel transito, ma anche nella sosta. “Si parcheggiano dove vogliono, lasciano macchine e motorini, scendono, vanno chissà dove e poi ripartono” continua Fragiacomo. “Non voglio sembrare cinico ma alla fine nessuno si ricorda di questi problemi fino a quando non succede qualcosa di grave”. Una signora si ferma a bere un caffè e dice che “basterebbe il passaggio di una macchina che per sbadataggine o altro non veda un bambino”.

"Paghiamo il suolo pubblico come in piazza della Borsa"

Sicuramente non c’è da fasciarsi la testa prima del tempo, tuttavia le attività residenti in zona hanno più volte parlato tra di loro per tentare di unire le forze. La protesta ufficialmente non c’è, ma il malumore che traspare è evidente. “Noi paghiamo l’occupazione del suolo pubblico come in piazza della Borsa” dice Roberto Rodella, titolare dello storico buffet da Roby. “Questa strada dovrebbe essere completamente pedonale e invece non lo è”. All’inizio della pedonalizzazione avevano posizionato alcuni “panettoni” di cemento all’incrocio con via San Lazzaro. “Poi li hanno tolti con la scusa di dover far passare i mezzi di soccorso” dice Fragiacomo a cui fa eco Rodella. “Che poi potrebbero passare tranquillamente da via della Zonta e svoltare verso via Torrebianca”.

via Torrebianca-3

"Sembra che no ghe freghi"

Nel bar Al Cantuccio la sensazione è praticamente la stessa. “No servi a niente, gavemo parlado tante volte ma sembra che no ghe freghi”. A parlare è la madre di Stefano Marzari, titolare del bar caffetteria. “Siamo d’accordo tutti in questo tratto, non vedo perché non dovrebbero far rispettare la pedonalizzazione. Questa via sulle carte è pedonale e invece passano macchine, motorini e furgoni”.

Polidori: "Farò un sopralluogo nei prossimi giorni"

Il vicesindaco Paolo Polidori e assessore alla Polizia Locale ha affermato che “nei prossimi giorni andrò a fare un sopralluogo con i miei per vedere innanzitutto se c’è la copertura di telecamere che siano in grado di riprendere le automobili che transitano; poi bisognerà capire cosa si può fare anche perché l’infrazione non è cosa da poco, è come se a qualche automobilista venisse in mente di percorrere via San Nicolò a bordo della sua macchina”.

Pedonalizzare porta vantaggi a tutti

A guardare il tratto di via Torrebianca in relazione alle zone nobili del centro, non si ha la benché minima sensazione che sia in grado di diventare l’oasi del pedone. L’asfalto a terra non è il lastricato di via XXX ottobre, un’arteria che prima dei lavori appariva diversamente rispetto ad oggi. La pedonalizzazione di quest’ultima ha reso felici i commercianti, le persone possono camminare in sicurezza e, non ultimo, ha aggiunto un’arteria al cuore del centro cittadino a misura di pedone.  “Il rispetto della pedonalizzazione – conclude Fragiacomo – porterebbe vantaggi a tutti”. Per credere a questa affermazione basta chiedere ai commercianti delle zone del centro cittadino che negli anni sono state aperte ai pedoni.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Per giusto le macchine no pol assolutamente passar de la, mentre per quanto riguarda i mezzi de soccorso no xè nessuna scusa la rimozione dei panettoni xkè se xè un'emergenza i devi aver accesso immediato e non far el giro dei palazzi, e la soluzione xè semplice basta metter dei paletti automatici che pol aprirli solo le forze dell'ordine e mezzi de soccorso

Notizie di oggi

  • Cronaca

    La Barcolana presenta l'edizione 2019 e fissa il "tetto" delle 2700 barche

  • Incidenti stradali

    Ennesimo incidente in ex GVT: traffico in tilt

  • Politica

    Polidori: "Rimosse le bandiere rosse in Carso"

  • Cronaca

    Sei vagoni si sganciano e viaggiano per chilometri fino a Gorizia

I più letti della settimana

  • Shock sulla 20, presunta aggressione a ragazza di 17 anni

  • Auto perde il controllo e si cappotta sul Raccordo Autostradale (VIDEO)

  • Vivono in 35 metri quadri dopo aver perso tutto, la storia di una famiglia a Opicina

  • Sequestra una donna al settimo mese di gravidanza: arrestato

  • Donna trovata morta nel bagagliaio dell'auto

  • Elezioni comunali 2019, come si vota: la guida completa

Torna su
TriestePrima è in caricamento