Opicina, sopralluogo al Campo sportivo del sindaco: nuova segnaletica orizzontale stradale di dissuasione

Roberto Cosolini: «Solo l'inizio di un percorso migliorativo per dare maggiore visibilità all'intera zona che prevede la realizzazione di ulteriori interventi, tra cui il progetto di illuminazione pubblica in accordo con AcegasApsAmga e la costruzione di un marciapiede»

Il Sindaco Roberto Cosolini e Vittorio Zollia, assessore provinciale alla Viabilità Infrastrutture e Trasporti, hanno effettuato ieri mattina un sopralluogo a Opicina, sulla strada provinciale 35, in prossimità del Centro Sportivo, per verificare la "nuova segnaletica orizzontale stradale di dissuasione" realizzata dalla Provincia di Trieste in accordo con il Comune. Erano presenti sul posto anche l'assessore comunale alla Pianificazione Urbana, Mobilità e Traffico, Elena Marchigiani, il consigliere comunale Salvatore Angelo Curreli, il presidente della II Circoscrizione Altipiano Est Marco Milkovic e la presidente dell'Alabarda Calcio che ha sede nel Centro, Barbara Dilema.

La nuova modalità "dissuasiva" contro l'alta velocità dei veicoli sulla strada provinciale 35 – che consiste nella segnaletica a strisce orizzontali sull'intera carreggiata stradale, in cui campeggia il limite da rispettare di 50 chilometri orari - è stata adottata dopo numerose segnalazioni da parte dei residenti. Ed è localizzata sia nei pressi dell'intersezione con via Papaveri sia poco dopo l'ingresso del Centro Sportivo – sede della società Alpina di Baseball, dell'Alabarda Calcio e dell'Associazione triestina di Tiro pratico sportivo, in cui si contano complessivamente centinaia di frequentatori - proprio allo scopo di fungere da deterrente e per la sicurezza e incolumità di chi deve transitare da o in via Papaveri dalla strada provinciale e al contempo di chi frequenta il centro sportivo. La Provincia ha anche effettuato lo "sfalcio" del bordo stradale sul lato che conduce al Centro Sportivo e la risistemazione con ghiaino del bordo strada.

4nov15. cosolini opicina campo sportivo dissuasori-2

«Dopo diversi incontri tecnici congiunti, da parte del Comune e della Provincia – ha detto il Sindaco Cosolini – si è trovata questa prima soluzione con il posizionamento di una segnaletica stradale che vuole fungere da monito e da dissuasione a chi corre oltre i limiti, ed è solo l'inizio di un percorso migliorativo per dare maggiore visibilità all'intera zona che prevede la realizzazione di ulteriori interventi, tra cui il progetto di illuminazione pubblica in accordo con AcegasApsAmga e la costruzione di un marciapiede».

L'assessore Marchigiani ha parlato «dell'impegno da parte di tutti nel cercare di trovare soluzioni applicabili e consone sempre al fine di rendere più sicura la viabilità in questa zona a ridosso dell'abitato. A tale proposito proprio domani è prevista una riunione tecnica».

«Le due amministrazioni hanno previsto una spesa complessiva di 180 mila euro – ha precisato l'assessore provinciale Zollia – di cui 15 mila euro sono già stati utilizzati per realizzare la nuova segnaletica e per la risistemazione del bordo stradale. Credo che questo sia già un primo importante passo cui seguirà da parte della Provincia di Trieste, la realizzazione di un adeguato marciapiede sul lato interessato».

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Trieste usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

  • Pomodori secchi, proprietà benefiche e preparazione in casa

  • Usi e benefici della lavanda, come coltivare la pianta dal profumo incantevole

  • I trucchi per avere abiti perfetti senza stiratura, anche durante le vacanze

  • Ricetta cheesecake ai frutti di bosco, il dolce estivo da provare

I più letti della settimana

  • Schianto mortale a Sant'Andrea: 54enne perde la vita

  • Fuoriesce del materiale radioattivo, tre operai all'ospedale

  • Euro 6, le novità sulle vetture di nuova immatricolazione

  • Allerta meteo: in arrivo forti temporali su tutto il FVG

  • Incidente in ex GVT: padre e figlia in ospedale

  • Triestina-Juventus al Rocco sabato sera, manca solo l'ufficialità

Torna su
TriestePrima è in caricamento