Viale XX Settembre, 240 mila euro per la riqualificazione: un anno per i lavori, tutte le novità

L'Assessore Dapretto ha spiegato come gli stessi riguardino tutti gli aspetti del miglioramento dell'insieme arboreo di questa storica arteria, passando per il "rafforzamento" e cura di ogni singola pianta

Un ampio programma di opere per il complessivo miglioramento delle alberature lungo l'intero corso del Viale XX Settembre è stato illustrato in una conferenza stampa cui sono  intervenuti l'Assessore ai Lavori Pubblici, Demanio e Patrimonio Andrea Dapretto e il funzionario forestale Francesco Panepinto del Servizio comunale del Verde Pubblico, presenti anche i Presidenti delle tre Circoscrizioni i cui territori sono attraversati dal lungo asse del Viale, Piero Ambroset della III (Roiano–Gretta–Barcola–Cologna–Scorcola), Luca Bressan della IV (Città Nuova–Barriera Nuova-San Vito–Città Vecchia) e Guglielmo Montagnana della VI (San Giovanni–Chiadino-Rozzol), nonché i presidenti delle Commissioni consiliari IV (lavori pubblici, patrimonio immobiliare, verde pubblico) Anna Mozzi e VI (urbanistica, traffico, ambiente) Mario Ravalico, il consigliere Roberto Decarli e il titolare dell'impresa esecutrice, la Cerbone Giovanni & figlio S.r.l. di San Dorligo della Valle-Dolina.

L'Assessore Dapretto, nel delineare gli intenti e i contenuti dei lavori, che si inquadrano nel 2° lotto degli interventi di riqualificazione del Viale relativo alle “opere a verde”, per una spesa complessiva di circa 240 mila Euro (contrattuali 196.387,46 Euro più altri 40 mila circa aggiunti per opere collaterali) e una durata totale delle varie fasi di circa un anno da oggi, ha spiegato come gli stessi riguardino tutti gli aspetti del miglioramento dell'insieme arboreo di questa storica arteria, passando per il “rafforzamento” e cura di ogni singola pianta.

Saranno così eseguite la sistemazione delle “conche” di impianto degli alberi con particolari tecniche di decompattazione e arieggiamento del suolo per aiutare la ripresa vitale delle piante e, subito dopo, la realizzazione di pavimentazioni circolari in cubetti di porfido tutt'intorno a ogni albero con la posa a fianco di ognuno di dissuasori in ghisa allo scopo di proteggerlo dagli urti delle auto che sostano, causa questa delle “ferite” che spesso provocano il decadimento e l'ammalarsi della pianta; e ancora la messa a dimora di alberi nuovi nei punti che oggi ne sono “sprovvisti” (ad esempio nel tratto tra via Rossetti e il Politeama) e al posto delle ceppaie dei vecchi alberi a suo tempo tagliati, manutenzioni e potature, la sostituzione di ulteriori sei alberature risultate danneggiate e ormai compromesse. Collateralmente sarà anche eseguita una prima serie di parziali asfaltature nei punti maggiormente rovinati delle due corsie stradali del Viale come preludio a un intervento successivo di riasfaltatura più completo e radicale.

Per quanto riguarda i parcheggi pubblici oggi sussistenti fra gli alberi, l'Assessore Dapretto ha osservato che, mentre con l'attuale operazione, destinata principalmente a consentire migliori condizioni di vita agli alberi stessi, ne dovranno – con la posa dei dissuasori protettivi delle piante – venir sacrificati un minimo numero, in prospettiva sarebbe auspicabile pervenire a una completa restituzione del Viale al solo traffico pedonale “ma – ha detto Dapretto - dovendo necessariamente prima trovare anche una soluzione per il parcheggio delle auto le quali, naturalmente, non possono venir eliminate senza aver individuato un'alternativa praticabile”.

E' seguita quindi da parte del funzionario del Verde Pubblico Francesco Panepinto una descrizione dettagliata delle opere e del cronoprogramma degli interventi nelle sue varie fasi e zone operative che è stato così riassunto:

            sono stati distinti quattro ambiti di intervento in seno ai tre distinti tratti in cui può essere suddiviso il Viale (vedi grafico):

  1. Tratto A: dalla fontana iniziale (detta dei mascheroni) sino all'intersezione con via Rossetti;
  2. Tratto B: dall'intersezione con via Rossetti all'angolo con le vie Piccolomini/Strehler;
  3. Tratto C: dall'intersezione con le vie Piccolomini/Strehler alla piazza Volontari Giuliani;
  4. Tratto D: da piazza Volontari Giuliani all'intersezione con via dei Bonomo.

Di seguito si riportano sinteticamente gli interventi di progetto e i tempi indicativi di esecuzione:

  • tratto A: da inizio settembre si danno corso agli interventi di ripristino del funzionamento dell'impianto di irrigazione interrato esistente e indicativamente da fine ottobre, alla scadenza dei permessi di occupazione del suolo pubblico da parte delle attività commerciali, agli interventi di manutenzione di circa 150 griglie di protezione delle conche degli alberi sconnesse e/o danneggiate che comunque saranno tutte rimosse e successivamente ricollocate al fine di eseguire la decompattazione e arieggiamento del suolo con il ricorso alla tecnica “Air Spade” (insufflazione di aria un getto d’aria supersonico specifico per disgregare la compattazione del suolo e rimuovere o spostare il terreno in prossimità delle radici al fine di rigenerare gli apparati radicali e migliorare lo stato di salute dell'albero);
  • tratto B: alla scadenza dei permessi di occupazione del suolo pubblico (fine ottobre) si procederà allo scavo di 12 buche in corrispondenza del tratto privo di alberature, per la successiva messa a dimora di altrettanti giovani soggetti arborei (Pyrus calleryana var. chanticleer) e alla posa delle griglie di protezione della buca e delle griglie verticali di protezione dagli urti;
  • tratti C e D: da inizio settembre si da inizio alla riqualificazione delle conche delle alberature con scavo fino a una profondità di 40 cm circa, decompattazione e arieggiamento del suolo con il ricorso alla tecnica “Air Spade”, realizzazione di pavimentazione in cubetti di porfido e relativa protezione degli alberi con la posa in opera di dissuasori in ghisa; si procederà inoltre all'espianto delle ceppaie rilasciate in occasione degli abbattimenti eseguiti nel 2013 e allo scavo delle buche per la successiva messa a dimora di 40 nuove piante (aceri e tigli) che deve necessariamente avvenire nel periodo di riposo vegetativo per evitare fenomeni di stress da trapianto.

In tutto il Viale, inoltre, è prevista l'esecuzione di interventi di manutenzione ordinaria delle alberature come di seguito evidenziato:

  1. Potatura di rimonda di 182 esemplari arborei adulti e potatura di allevamento e formazione di 78 giovani impianti (da effettuarsi esclusivamente in inverno per non arrecare danno agli alberi);
  2. Nei tratti C e D sei abbattimenti di piante danneggiate per atti vandalici e/o per urti laterali delle auto in fase di parcheggio;
  3. Trattamenti endoterapici contro la tingide del platano e gli afidi del tiglio su 92 esemplari che danneggiano il fogliame e arrecano fastidio ai passanti.

In merito alla riqualificazione delle conche degli alberi, gli interventi riguarderanno 336 conche mentre i dissuasori in ghisa da mettere in opera per proteggere gli alberi dagli urti laterali in fase di parcheggio saranno circa 400.

Operativamente, salvo eventi imprevedibili e imprevisti, le principali opere saranno ultimate entro la primavera 2016 e nei mesi successivi la ditta dovrà garantire la manutenzione dei nuovi alberi messi a dimora (irrigazione e concimazioni di soccorso, sistemazione dei pali tutori eventualmente danneggiati, sostituzione gratuita dei nuovi alberi che sono morti ecc). 

In merito all'insieme dell'”operazione” sia i tre Presidenti circoscrizionali che i consiglieri comunali intervenuti hanno espresso soddisfazione per un'opera che dà un importante contributo alla valorizzazione del Viale e delle sue piante nel loro insieme, pur nell'attuale periodo di ristrettezze finanziarie.

Potrebbe interessarti

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Come lavare i cuscini in modo corretto, consigli utili

  • Pomodori secchi, proprietà benefiche e preparazione in casa

  • Usi e benefici della lavanda, come coltivare la pianta dal profumo incantevole

I più letti della settimana

  • Ciclista colpito da un fulmine a Basovizza, è gravissimo

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Ristoranti di pesce nel mirino, 55 mila euro di multe, nove denunce e cinque chiusure

  • Inseguimento della Polizia slovena, arresto in pieno giorno sullo svincolo di via Svevo

  • Quattrocento posti per diventare operatore socio sanitario, al via i corsi gratuiti

  • Come lavare i cuscini in modo corretto, consigli utili

Torna su
TriestePrima è in caricamento