Capodanno, tre mezzi antincendio e 15 volontari del Corpo Pompieri a servizio di Trieste

Il Corpo Pompieri Volontari di Trieste e la squadra antincendio della protezione civile del comune di Muggia in coordinamentoto con la sala operativa regionale di Palmanova hanno organizzato un servizio di presidio e vigilanza del territorio boschivo della provincia

Nell’ultima notte del 2018 le previsioni meteo davano sereno e vento di bora in aumento, condizioni non certo rassicuranti per le squadre dell’antincendio boschivo spesso chiamate ad intervenire a causa di fuochi d’artificio lanciati incautamente in prossimità di aree boschive. Per far fronte ad eventuali emergenze il Corpo Pompieri Volontari di Trieste e la squadra antincendio della protezione civile del comune di Muggia in coordinamentoto con la sala operativa regionale di Palmanova hanno organizzato un servizio di presidio e vigilanza del territorio boschivo della provincia.

Tre mezzi antincendio e 15 volontari

In tutto sono stati impegnati tre mezzi antincendio e una quindicina di volontari che hanno scelto di passare la festività a servizio della comunità, quest’anno non si sono verificati incendi boschivi e l’unico intervento da segnalare è stato in zona Domio/Mattonaia dove veniva segnalato un fortissimo odore di bruciato ma per fortuna si è trattato di un falso allarme probabilmente causato da qualche caminetto ingolfato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blocco totale in Regione, ecco l'ordinanza di chiusura

  • Coronavirus: un caso sospetto a Monfalcone, ma il test è negativo

  • L'allarme coronavirus tra ordinanze, dubbi e chiusure: tutti gli aggiornamenti in regione

  • Forti dolori addominali e in stato d'agitazione, 19enne intossicato finisce a Cattinara

  • Coronavirus, dichiarato lo stato d'emergenza in FVG

  • Emergenza Coronavirus, chiude l'Università di Trieste

Torna su
TriestePrima è in caricamento