Duino Aurisina tra i migliori progetti italiani di lettura

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

Si è conclusa la valutazione delle proposte progettuali inviate dai Comuni interessati a ricevere i finanziamenti messi a disposizione dal bando “Città che legge” 2018. Attraverso il bando, predisposto ai sensi del Decreto Interministeriale 3 maggio 2018 riguardante le “Modalità di riparto del Fondo per la promozione del libro e della lettura, di cui all’articolo 1, comma 318, della legge 27 dicembre 2017, n. 205”, il Centro per il libro e la lettura si rivolgeva ai Comuni che, avendo i requisiti richiesti dall’Avviso Pubblico del 14 marzo 2018, hanno ottenuto la qualifica di “Città che legge” per il biennio 2018-2019, impegnandosi a promuovere la lettura con continuità, anche attraverso la stipula di un Patto locale per la lettura. La partecipazione al bando per la “Realizzazione di attività integrate di promozione del libro e della lettura” era scaduta alle ore 18.00 del 3 ottobre 2018. Attraverso un lungo lavoro di coordinamento degli Assessori Massimo Romita e Annalisa D’Errico, la supervisione di Alenka Bandi dell’Ufficio Cultura e le 24 associazioni firmatarie del Patto della Lettura, Il Comune di Duino Aurisina ha presentato al Ministero per i beni e le attivita' culturali la domanda firmata dal Sindaco Daniela Pallotta, ottenendo il 2° posto nella categoria (comuni da 5000 a 15000 abitanti) su 87 domande pervenute. Il Comune di Duino Aurisina risulta così l'unico Comune del Friuli Venezia Giulia su 249 domande a livello italiano (363 sono che hanno ottenuto la qualifica di Città che Legge in Italia) con il progetto "Algy, magnifico lettore. Un percorso nella lettura tra Carso e Mare" dedicato alle iniziative di lettura del territorio. 30° Monfalcone (nella categoria tra i 15.001 e i 50.000 abitanti); 14° Pordenone (categoria tra i 50.001 e i 100.000 abitanti); 10° Trieste (categoria tra i Comuni oltre 100.000 abitanti) "Algy il magnifico lettore" e' un progetto di lettura per il territorio coordinato dall’amministrazione comunale e attuato in collaborazione con le 24 entità firmatarie del Patto di lettura per Duino Aurisina stipulato il 9/4/2018. Algy è l'Algiroide magnifico, simbolo della Riserva naturale delle Falesie di Duino che simbolicamente, in un percorso condiviso con il territorio, sarà coinvolto in iniziative di lettura per conoscere meglio la terra in cui viviamo. Il Comune di Duino Aurisina, bilingue per statuto, è il lembo più occidentale della provincia di Trieste compreso tra il mare Adriatico e il confine con la Slovenia. L’area comunale è caratterizzata dalla presenza di sedici paesi ben distanziati, costituiti da nuclei carsici originari con popolazione slovena e italiana. La presenza del Collegio del Mondo Unito dell’Adriatico aggiunge al territorio una componente internazionale. La Grande Guerra, combattuta su questi luoghi e la Storia Contemporanea hanno lasciato grandi ferite nelle popolazioni che vivono in questi luoghi e la strada verso un’identità comune appare ancora difficile. Siamo convinti che partire dall’identità e cosa lega gli uomini siano le uniche modalità per dare ai cittadini il senso d’appartenenza necessario per lo sviluppo del territorio che si presenta ricco di risorse ambientali (la varietà dei paesaggi, la rilevanza dei fenomeni geologici quali il carsismo, la presenza del mare) e storiche per la presenza di molti siti d’interesse archeologico ed antropologico. Partiamo dalle radici, dalla conoscenza del territorio e dalle sue narrazioni, per sviluppare un percorso di avvicinamento alla lettura che accolga tutti i cittadini. Il progetto persegue i seguenti obiettivi: 1. Rafforzare il senso di cittadinanza attiva attraverso la creazione di una rete tra Istituzioni e realtà associative locali rafforzando nei cittadini il valore della lettura come tempo di crescita e riflessione non solo personale ma anche sociale. Ciò partirà dal coinvolgimento diretto dei docenti delle scuole del territorio (sono presenti due Istituti Comprensivi uno di lingua italiana ed uno di lingua slovena); verrà proposto un corso di lettura espressiva per insegnanti di scuola dell’infanzia e primaria. Verranno proposti momenti di lettura condivisa presso le biblioteche Comunali di Aurisina e del Villaggio del Pescatore, la Casa Rurale di Duino, l’Agriturismo Juna di Aurisina, la Casa della Pietra di Aurisina, il Centro Cave Nove, il Castello di Duino, la Dolina di Borgo San Mauro il Sentiero Rilke, e nella Casa di Riposo Comunale, per la quale si prevede anche l’acquisto, in collaborazione con il locale Lions Club, di alcuni tablet e pc per il Libro parlato, al fine di permette agli ospiti (molti non più autosufficienti) di trascorrere del tempo accompagnati da un libro. Una postazione per accedere al libro parlato verrà installata inoltre presso il Centro sportivo comunale di Visogliano e sarà destinata ai ragazzi. Nello sviluppo del progetto verranno coinvolti anche il Collegio del Mondo Unito dell’Adriatico (con la biblioteca di oltre 24.000 volumi in tutte le lingue del mondo) e il Centro Educativo Occupazionale del Comune che ospita ragazzi disabili impegnati in attività artistiche, ai quali si proporrà l’allestimento di una mostra che abbia come tema un libro o più. 2. Stimolare le nuove generazioni alla scelta della lettura come momento di pausa dal vociare del mondo moderno, di riflessione interiore e stimolo per lo sviluppo dell’empatia. Dopo aver formato i docenti si proseguirà con la promozione della lettura negl’istituti scolastici con il progetto “cercatori di libri” che, ispirandosi al progetto belga “chasseur de livres” stimolerà gli alunni delle scuole primarie e secondarie di primo grado alla conoscenza del territorio come alternativa a giochi presenti nella rete internet. Nelle scuole dell’infanzia, nell’asilo nido e nello spazio gioco s’incentiveranno i momenti di lettura sia da parte dei docenti che dei familiari al fine di creare un momento di relazione tra Scuola e Famiglia. Alcuni alunni verranno invitati, previa disponibilità degli ospiti, a leggere o ascoltare leggere presso la casa di riposo comunale. 3. Promuovere la lettura come momento non necessariamente introspettivo o riservato a luoghi specifici. Qui verranno coinvolte le realtà associative locali che proporranno alcune iniziative utili alla sperimentazione di nuove modalità di lettura anche condivisa: reading letterari nei locali e in alcuni luoghi di particolare interesse storico o geologico, incontri con scrittori, cene con autori di chiara fama del nostro territorio, lettura di favole nel Castello di Duino, laboratori artistici per bambini, letture animate in dolina, passeggiate letterarie, escursioni storiche sui siti della Grande Guerra, presentazione di libri nelle scuole e in Casa di Riposo, creazione di un premio letterario “Duino Aurisina”, dove si premi non solo il miglior racconto ma anche la migliore lettura animata legati al territorio. Il Comune fungerà da coordinatore delle singole iniziative proposte dai soggetti firmatari del Patto di lettura per Duino Aurisina e altri soggetti del territorio. Il progetto sarà realizzato in particolare con i seguenti soggetti: Gruppo Speleologico Flondar, Ass. Cult.”P.P. Vergerio”, Centro Studi Adria Danubia, Gruppo Ermada Flavio Vidonis, Club del Libro Duino, Fare Ambiente Duino Aurisina, Lions Club Duino Aurisina, Ajser 2000, Proloco Mitreo, Lega Nazionale, Associazione Genitori Scuola J. Jurčič, Agriturismo Juna, Associazione Genitori Scuola V. ALLEGATO A 7 Šček, Istituto comprensivo Rilke, Istituto comprensivo Aurisina, Jus Nabresina Gemeinde, Società bandistica - Godbeno društvo Nabrežina, Associazione Genitori Istituto Comprensivo Rilke, AC – SKD Igo Gruden, Associazione Poesia e Solidarietà Trieste, Associazione Genitori Scuola primaria S. Gruden e scuola materna San Pelagio, Associazione culturale Casa Cave, Comitato di Borgo San Mauro, Veš Nabrežina e Comunità di San Martino al Campo, Collegio del Mondo Unito dell’Adriatico, Centro di salute mentale Cave Nove, Centro Occupazionale Educativo CEO, Salotto di Duino – Società indipendente per lettori, Le Vie delle Foto e ASD Sistiana – Sesljan. Nel progetto saranno poi coinvolte anche le librerie del territorio.

Torna su
TriestePrima è in caricamento