Inps: crescono aziende e occupati in Fvg, +1,6% nel 2017

Alle donne il 58% delle pensioni, ma il valore è la metà rispetto a quelle degli uomini.

Cresciute dell'1,6%  nel 2017 le aziende con dipendenti nel settore privato in Friuli Venezia Giulia. Un dato diffuso nel corso del bilancio sociale dell'Inps della Regione, presentato ieri mattina a Trieste e riportato da Ansa. 32.307 il numero totale di queste aziende in FVG, e a fronte del citato incremento è stato ricordato che si è registrato un calo del 6% negli ultimi 5 anni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alcuni dati

Il numero complessivo regionale degli lavoratori iscritti ha superato le 564 mila unità, di cui 74.228 della Gestioni private, 84.080 della Gestione pubblica (ex INPDAP) e 6.256 i lavoratori iscritti alla Gestione lavoratori dello spettacolo e dello sport (ex ENPALS). Mezzo milione di pensioni, invece, sono state erogate lo scorso anno per un importo annuo di circa 6,5 miliardi relativi alle pensioni previdenziali e assistenziali. Di queste, il 58% è stato erogato a favore delle donne con una media di 687 euro a fronte dei 1.350 euro corrisposti in media ad un uomo. 

Occupazione: Trieste recupera valori pre-crisi 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Frontiere aperte solo per i residenti in Fvg", l'apertura del premier sloveno

  • Da domani mascherine non più obbligatorie all'aperto e a distanza

  • Tragedia sulle rive: cinquantenne muore dopo una caduta in mare

  • Grave incidente a Capodistria: motociclista triestino perde una gamba

  • La dieta a Zona per dimagrire e migliorare le funzioni dell'organismo: come funziona

  • Covid 19: nessun morto in Fvg nelle ultime 48 ore, due nuovi casi a Trieste

Torna su
TriestePrima è in caricamento