L'Usb vince la battaglia: il Comune continuerà ad assumere personale per i Servizi Educativi

8.32 - Lo scorso giovedì la manifestazione in piazza Unità mentre all'interno del Municipio il Consiglio comunale ha approvato all'unanimità la mozione

La mobilitazione di lavoratori e famiglie utenti dei Servizi Educativi del Comune di Trieste ha portato ad un altro significativo risultato nella battaglia per il mantenimento dei posti di lavoro dei precari e per la salvaguardia dell’integrità e pubblicità dei servizi.

Dopo la mozione approvata all’unanimità in maggio dal Consiglio Comunale, che impegna il Consiglio stesso a inserire nello Statuto del Comune l’esplicita affermazione sull’essenzialità e infungibilità di tutti i servizi dell’Area Educazione, dopo le oltre 1.400 firme di famiglie utenti consegnate al Sindaco a sostegno delle richieste dei lavoratori precari, durante il Consiglio Comunale dello scorso 3 luglio, l’Amministrazione ha preso due precisi impegni di fronte a una nutrita rappresentanza di lavoratori e famiglie:

-         A settembre continuerà ad assumere i lavoratori a tempo determinato dalle apposite graduatorie

-         I servizi non verranno affidati a terzi ma continueranno ad essere gestiti direttamente dal Comune

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per ottenere che questi impegni vengano rispettati, che il Consiglio Comunale modifichi lo Statuto come si è impegnato a fare (ciò darebbe più solide garanzie per il mantenimento della gestione diretta e della pubblicità dei servizi e per la continuità occupazionale dei lavoratori precari), che la questione dei precari del Comune abbia una soluzione definitiva e giusta per i lavoratori e le famiglie, è però necessario continuare la mobilitazione, che USB si impegna a sostenere come ha fatto finora. USB invita in particolare lavoratori e famiglie ad essere presenti in massa in tutte le prossime occasioni in cui il Consiglio Comunale si occuperà della questione precari dei Servizi Educativi, a partire dal 17 luglio, quando è prevista la presenza al Consiglio Comunale dell’Assessore regionale Panontin.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violenta esplosione in zona Campanelle, gravissimi due giovani

  • Terrore a Barcola: spari in pineta, è caccia all'uomo

  • Morto a soli 27 anni Nicola Biase, tenente dell'Esercito in servizio a Trieste

  • Sparatoria con inseguimento a Barcola, arrestato a Grignano

  • Sparatoria ed inseguimento a Barcola, sullo sfondo una storia di droga

  • Spari a Barcola: è un avvocato l'arrestato per spaccio di droga

Torna su
TriestePrima è in caricamento