La Regione vuole vedere il piano industriale alla Kipre

Le parole sono dell'Assessore alle Attività Produttive del Friuli Venezia Giulia Sergio Emidio Bini ad un'interrogazione di Francesco Russo del Partito Democratico. "L'8 marzo prossimo chiederemo rassicurazioni sul mantenimento occupazionale negli stabilimenti"

Lo stabilimento di Trieste

"Abbiamo previsto, per il prossimo 8 marzo, un incontro con la proprietà dell'azienda Kipre nel quale chiederemo l'illustrazione del piano industriale e puntuali rassicurazioni sul mantenimento dei livelli occupazionali negli stabilimenti del gruppo ubicati in regione". Le parole sono dell'Assessore alle Attività Produttive del Friuli Venezia Giulia Sergio Emidio Bini ad un'interrogazione di Francesco Russo del Partito Democratico. 

L'inizio della crisi

La "crisi" dell'azienda era nata dopo un annuncio a pagamento pubblicato sul Sole 24 Ore a dicembre e da quel momento erano emerse reazioni diverse, tra preoccupazione sindacale e prese di posizione politiche. "Ogni crisi è diversa e si manifesta con modalità differenti, nel caso specifico si tratta di un problema di natura principalmente finanziaria" ha chiarito Bini, precisando che, ad oggi, gli stipendi risultano regolarmente pagati. 

Il 19 febbraio il tavolo di confronto

"Nell'ottica di un'azione sempre attenta da parte del sistema Regione - ha continuato Bini - lo scorso 19 febbraio è stato avviato, con un primo incontro, un tavolo di confronto su Trieste e l'area giuliana che dovrà elaborare le scelte strategiche anche per un rilancio del comparto manifatturiero, coinvolgendo tutti
gli attori presenti sul territorio". Bini ha indicato alcuni passaggi relativi alla situazione dell'azienda Kipre holding spa: dall'istanza di concordato preventivo presentata dal gruppo e accolta dal Tribunale di Modena, unitamente alle domande di concordato in bianco delle società del gruppo interamente controllate (King's spa, Principe di San Daniele spa e Siamoci srl), al termine ultimo per la presentazione e deposito del piano industriale previsto il prossimo 29 marzo.  "Con gli assessori regionali al Lavoro, Alessia Rosolen, e alle Finanze, Barbara Zilli, abbiamo riscontrato la richiesta, formalizzando la disponibilità ad un incontro fissato per il prossimo 8 marzo", ha concluso Bini.

 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • l' unione europea ha abbassato i contanti alle Banche per finanziare le società. Se prima si aveva bisogno di 1 davano anche 5. Sapendo di avere un buon cliente, affidabile e pagatore. La Regione Friulia Venezia Giulia ha migliorato molto su come muoversi con le Aziende in crisi e non danno aiuti se non c' è continuità , mantenimento dei posti di lavoro. Ai catastrofici ... mah !

  • p.s. dimenticavo: la colpa della crisi sarà distribuita tra "... i cinesi" e "...le industrie estere che invadono il nostro mercato con prodotti di bassa qualità".

  • Ecco il piano: "... Abbiamo mangiato tutto quello che c'era da mangiare fin che ce n'era, ora raccimoliamo gli ultimi spiccioli che ci regaleranno le istituzioni (Regione e company) lasciando loro l'illusione del mantenimento degli operai e, fatto questo, abbandono dell'attività e fuga all'estero. Resteranno qui a risponderne i soliti testa di legno"!

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Maxi operazione contro pedopornografia online

  • Cronaca

    Trasportavano 30 quintali di "bionde", nei guai due contrabbandieri

  • Cronaca

    Rubava dalla cassa: arrestata dipendente del "Pane quotidiano"

  • Cronaca

    Fiamme nella notte, a San Giacomo brucia un appartamento

I più letti della settimana

  • Hollywood arriva a Trieste per tre giorni di riprese

  • Rubava dalla cassa: arrestata dipendente del "Pane quotidiano"

  • Si lancia contro un'auto per simulare un incidente: arrestato per truffa

  • Apre Crops: insalate e zuppe da personalizzare e comporre (FOTO)

  • Maltrattamenti e violenze sui cani, le testimonianze dei residenti

  • Vicenza-Triestina 0 a 2 | Le pagelle: Costantino-Procaccio, uno due micidiale

Torna su
TriestePrima è in caricamento