Occupazione: Trieste recupera valori pre-crisi

Si parla del +5% rispetto al 2008. In risalita anche Gorizia, mentre a Udine e Pordenone la crescita è più lenta. Lo rileva in una rielaborazione di dati Inps, diffusa da Ansa, il ricercatore dell'Ires Fvg Alessandro Russo

La provincia di Trieste recupera il tasso di occupazione, si registra una variazione del +5% mettendo a confronto il 2017 con il 2008. Gorizia si assesta sul +2,1%, a differenza di Pordenone e Udine (rispettivamente -5,4% e -4,2%). In Fvg, durante gli anni della crisi economica si sono persi circa 26.000 occupati dipendenti nel settore privato; i lavoratori subordinati sono infatti passati da una media di 297.000 nel 2008 a 271.000 nel 2014, registrando una variazione negativa dell'8,7%. Lo rileva in una rielaborazione di dati Inps, diffusa da Ansa, il ricercatore dell'Ires Fvg Alessandro Russo, precisando che il triennio successivo è stato caratterizzato da una dinamica positiva che ha riportato il numero di occupati dipendenti sopra le 290.000 unità nel 2017. Le altre regioni del Nordest evidenziano tutte incrementi (in particolare il Trentino Alto Adige ha registrato una notevole crescita, +9,5%); anche a livello nazionale sono stati superati i valori del 2008 (+2,4%).

Occupazione, Uil: "40mila giovani senza lavoro in Fvg, la metà non lo cerca"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riccardo Scamarcio in piazza Unità: battibecco con Telequattro e poi le scuse

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

  • Atti osceni in luogo pubblico in corso Saba: nei guai 58enne

Torna su
TriestePrima è in caricamento